il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Detenuto in attesa di giudizio

Detenuto in attesa di giudizio

(8 Novembre 2009) Enzo Apicella
Secondo i dati di Ristretti Orizzonti sono 82 le persone morte nelle carceri italiane nel 2009. Nella maggior parte dei casi, suicidi; qualcuno morto per cause naturali.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Etiopia 1935-1941: Viaggio nel cuore di tenebra italiano.

Iniziativa sull'aggressione italiana all'Etiopia in vista del 25 aprile

(20 Aprile 2009)

La rimozione dei propri crimini è una specialità in cui l'Italia supera qualsiasi altra potenza occidentale.
Lo conferma persino l'aggressione fascista all'Etiopia.

E' vero, dopo una lunga battaglia condotta - a partire dalla metà degli anni '60 - da studiosi coraggiosi, l'efferatezza che contrassegnò quella campagna militare è ormai riconosciuta a livello storiografico.
Ma i media, che formano la coscienza collettiva assai più di libri spesso riservati ad una nicchia, continuano deliberatamente a parlarne pochissimo.

Dunque, ancora oggi l'Italia cerca di evitare di interrogarsi su un evento che, peraltro, segnò uno dei momenti di massimo consenso al Regime.
Un consenso legato anche all'accettazione di un preciso immaginario: quello fondato sulla figura dell'Uomo Nuovo, virile e guerriero, proteso nella conquista di una terra paragonata ad una donna da sottomettere.

Tornare sulla guerra d'Etiopia, oggi, vuol dire confrontarsi con il nostro abisso attuale: con il mito degli "italiani brava gente", sempre utile in tempi di politica estera aggressiva; con quei pregiudizi verso l'altro che sono anche il portato di un passato coloniale mai criticato; con il prepotente ritorno dell'idea patriarcale e della divisione di ruoli tra i sessi.
Un confronto che va fatto sino in fondo, assumendo finalmente il punto di vista delle donne e degli uomini etiopi che si opposero ad una barbarie che si proclamava civiltà.

Assemblea-dibattito il 24 aprile, ore 17 (presso la facoltà di fisica, Università La Sapienza)

Intervengono: Mulu Ayele (Comunità Etiopica) Loredana Baglio (Corrispondenze Metropolitane) Nancy Aluigi Nannini (Antropologa)

Nel corso della iniziativa, sarà esposta una mostra sui crimini italiani in Etiopia, curata dalla associazione Exodus.
Saranno inoltre proiettati brani tratti dal film "Tempo di Uccidere" di Giuliano Montaldo e dal documentario prodotto dalla BBC "Fascist Legacy".

Organizzano: Corrispondenze Metropolitane, Laboratorio Sociale la Talpa, Comunità Etiopica in Italia, Exodus (Ethiopian Cultural Service), Federazione dei Comunisti Anarchici, Unione Sindacale Italiana.

corrispondenze metropolitane

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Italiani brava gente?»

Ultime notizie dell'autore «Corrispondenze metropolitane - Collettivo di controinformazione e di inchiesta (Roma)»

9844