il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Un piromane si aggira per l'Europa

Un piromane si aggira per l'Europa

(7 Maggio 2010) Enzo Apicella
L'agenzia di rating Moody's, la stessa che consigliava di investire in Lehman Brothers, soffia sul fuoco della crisi europea e invita a disinvestire in Grecia, Portogallo e Italia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Bonus 200 €
    (più malus che bonus)
    (2 Luglio 2022)
  • Il Comune di Milano taglia quindici sezioni nelle materne: "Calo delle nascite, sempre meno iscritti” dicono al Comune….ma sarà vero?
    Anche la situazione a ROMA CAPITALE, nel settore educativo-scolastico, ha delle criticità…
    (1 Luglio 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Capitale e lavoro)

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Usa . Firmata la riforma del sistema finanziario ma Wall Street va in rosso dopo le anticipazioni dell'audizione di Bernanke (FED)

    (23 Luglio 2010)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.contropiano.org

    Usa . Firmata la riforma del sistema finanziario ma Wall Street va in rosso dopo le anticipazioni dell'audizione di Bernanke (FED)

    Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha firmato la storica legge di riforma del sistema finanziario americano, la più ambiziosa dai tempi della Grande Depressione degli anni '30. Obama, parlando dal Reagan Building di Washington, ha detto che questo è un passo in avanti decisivo nel correggere i problemi che hanno portato alla crisi di fine 2008 e alla profonda recessione successiva. Per anni, il nostro settore finanziario è stato governato da regole antiquate e poco applicate che hanno consentito ad alcuni di giocare con il sistema e prendere rischi che hanno messo in pericolo l'intera economia". "Agli americani non verrà mai più chiesto di pagare il conto degli errori di Wall Street", ha detto Obama, Si tratta della terza vittoria legislativa della presidenza di Barack Obama dopo la riforma sanitaria e il pacchetto di stimoli economici da 800 miliardi di dollari varato all'inizio dell'anno scorso. Tre repubblicani al Senato - Scott Brown, Olympia Snowe e Susan Collins - hanno votato per la riforma, ma l'opposizione ha generalmente avuto parole negative per la legge. La legge darà alle autorità federali ampi poteri di controllo sulle banche, per limitare l'assunzione di rischi da parte delle istituzioni finanziarie e di supervisione di attività precedentemente non regolamentate e farà nascere in seno alla Federal Reserve un'agenzia per la protezione dei consumatori.

    Per la prima volta il governo avrà inoltre il potere di assumere il controllo e di suddividere in unità più piccole i grandi istituti finanziari in difficoltà che mettono a rischio il sistema finanziario.

    Ma oggi i listini azionari statunitensi sono stati scossi in negativo dalla parola chiave "incertezza" usata dal Presidente della Federal Reserve, Bernanke.

    Nel testo preparato per la sua audizione alla commissione bancaria al Senato, il numero uno della Fed, ha detto infatti che l'economia Usa deve affrontare prospettive di "inusuale incertezza" e che la banca centrale è pronta a prendere ulteriori iniziative per rafforzare la ripresa se necessario.

    www.contropiano.org

    4480