il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Italia Richter

Italia Richter

(30 Maggio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

PADOVAinACTION

(13 Novembre 2003)

Noi, associazioni, collettivi, movimenti, donne e uomini che credono in un altro mondo possibile, dichiariamo ILLEGITTIMO il vertice dei potenti, ministri europei e loro faccendieri, imposto nella città di PADOVA per i giorni 27 e 28 novembre 2003.

Dichiariamo ILLEGITTIMO che una cricca di notabili del neoliberismo possa continuare a decidere la speculazione su un bene fondamentale come la casa, possano continuare a calpestare in nome dei principi del mercato e del profitto, il diritto universale all’abitare in maniera dignitosa che appartiene a tutta l’umanità.

Dichiariamo ILLEGITTIMO che in nome dell’ostentazione di un potere che è lo stesso che provoca la tragedia della Guerra Globale Permanente, si occupino militarmente le città, si impedisca la libera circolazione, si tenti di limitare o reprimere il dissenso.

Noi, associazioni, collettivi, movimenti, donne e uomini che credono in un altro mondo possibile, lanciamo un appello a tutti i nostri fratelli e sorelle in Italia e in Europa, perché nei giorni del vertice dei potenti, 27 e 28 novembre, si moltiplichino in mille forme ed in mille modi, ed in ogni luogo, azioni di occupazioni di case, di contestazione delle politiche neoliberiste europee, di denuncia e sanzione dal basso delle speculazioni che avvengono sulla pelle di milioni di persone.

Annunciamo la costituzione da oggi di uno spazio pubblico temporaneo e senza copyright che chiamiamo PADOVAinACTION e che offriamo come luogo di condivisione e decisione collettiva per mettere in atto i giorni del vertice la LEGITTIMA CONTESTAZIONE di questa ennesima imposizione autoritaria ed ingiusta. PADOVAinACTION agirà collettivamente da oggi fino ai giorni del vertice ovunque e a Padova, seguendo i principi condivisi della disobbedienza sociale, del conflitto e del consenso, della affermazione di nuova legalità dal basso da contrapporre alla legalità dei potenti che non rispetta i diritti di dignità, giustizia e libertà universali, che noi riconosciamo come superiori a qualsiasi politica di qualsiasi governo.

PADOVAinACTION si riunirà in forma assembleare e comunicherà a tutti coloro che vi aderiranno i tempi e i luoghi delle assemblee.

Noi, associazioni, collettivi, movimenti, donne e uomini che credono in un altro mondo possibile, RIFIUTIAMO qualsiasi logica di collaborazione o incontro con i potenti del vertice poiché non è a loro che vogliamo parlare, ma alle persone, alle donne e agli uomini che loro trattano come merce. RIFIUTIAMO la logica, che vorrebbe trascinarci in un passato dove non esisteva lo spazio politico, culturale e sociale di nuova democrazia, conquistato dalle lotte globali, da Seattle in poi, di milioni di persone in tutto il mondo.

Chi ha deciso di accettare questa logica, ha deciso di stare fuori e contro le pratiche ed i principi del movimento dei movimenti. Parli ed agisca per suo conto, ma consapevole della grave responsabilità che si è assunto.

PADOVAinACTION, accogliendo la proposta del Comitato di Via Anelli di Padova, indice per il giorno 22 novembre una grande meeting/assemblea/festa in Via Anelli e dintorni, per ribadire la lotta contro le speculazioni e la discriminazione razziale contro i migranti, ad opera della giunta neoliberista di Padova.

PADOVAinACTION indice la presenza moltitudinaria per il giorno 27 novembre dalle ore 18.00 in PIAZZA delle ERBE a Padova, per mantenere libera la piazza dai ministri ai quali diciamo di andarsene altrove.

PADOVAinACTION lancia per il giorno 28 novembre dalle prime ore dell’alba, il blocco e la resistenza pubblica allo sgombero di case occupate a Padova in Via Todesco ( palazzina ) e a Marghera in Via Canestrini.

Questo è solo l’inizio. PADOVA è in ACTION.

P.S. In questi giorni numerosi attivisti del movimento delle e dei disobbedienti sono oggetto di vergognosi provvedimenti di limitazione della libertà personale ( arresti preventivi, articoli 1 di pericolosità sociale, fogli di via da Padova e altri comuni, firme obbligatorie in questura, etc. ). Noi disobbediremo a queste imposizioni che limitano in realtà la democrazia per tutti.

PADOVAinACTION

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Contro il vertice europeo sulla casa»

5666