il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Il seme

Il seme

(18 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

In Lettonia un monumento alle SS

(17 Settembre 2012)

lettonianazi

Sfilata di reduci della Legione lettone a Riga

Un monumento ai soldati e ufficiali della cosiddetta “Legione lettone” delle Waffen SS, che combattè per Hitler durante la seconda guerra mondiale, è stato inaugurato venerdì nella cittadina lettone di Bauska, alla presenza delle autorità cittadine e di qualche parlamentare. La scritta sul monumento recita: “Ai difensori di Bauska contro la seconda occupazione sovietica”. La notizia, riportata dai giornali e tv locali, ha provocato forti reazioni nella comunità russofona che vive in Lettonia; parole di dura condanna sono venute da alcuni deputati dei partiti di sinistra (tra cui Andrei Klementyev, vice-speaker del parlamento lettone), e una protesta è arrivata anche dall’ambasciata russa a Riga. Le associazioni antinaziste hanno chiesto che il monumento venga quanto prima smontato e tolto dalla pubblica piazza per essere eventualmente collocato nel locale cimitero.

La Legione lettone venne formata nel 1943 nell’ambito delle Waffen SS per essere immediatamente schierata nella lotta contro l’Armata rossa che stava prendendo l’iniziativa offensiva dopo Stalingrado. Comprendeva due divisioni, la 15ma e la 19ma, e arrivò ad arruolare circa 90mila uomini: venne impiegata per la prima volta in ruoli attivi durante l’assedio di Leningrado, nel 1943, e poi per la difesa contro l’avanzata delle forze sovietiche sul fronte baltico; fu una delle ultime ad arrendersi, nell’aprile 1945, dopo essere rimasta per mesi completamente circondata nella “sacca di Curlandia”. Parecchi reduci della legione continuano a riunirsi a Riga, ogni anno il 16 marzo, per celebrare una battaglia vittoriosa; le celebrazioni sono parte delle festività ufficiali nazionali, anche se nelle dizioni ufficiali non si fa parola della legione né delle SS e si parla soltanto di “combattenti lettoni".

Astrit Dakli - ilmanifesto.it

5212