il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Foto troppo spaventose

Foto troppo spaventose

(4 Maggio 2011) Enzo Apicella
La Casa Bianca sta “valutando” se diffondere le immagini di Osama Bin Laden morto: “Le foto sono troppo cruente”

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

12 febbraio Giornata Internazionale contro l’uso dei bambini soldato

(11 Febbraio 2014)

12sold

Nel mondo risultano più di 250 mila bambini ed adolescenti arruolati come soldati, anche se è difficile fare stime esatte ed il numero effettivo è probabilmente più alto.

L’allarme lo lancia la Coalizione Italiana Stop all’Uso dei Bambini Soldato che sottolinea come “l’arruolamento dei minori rappresenti una gravissima violazione dei diritti dei bambini, che vengono privati della loro infanzia. Indifesi e facilmente assoggettabili, i bambini sono più facili da trasformare in soldati leali. Rapiti e allontanati dalle loro case, molti bambini soldato spesso sono sopravvissuti ai massacri delle loro famiglie. Esposti a violenze e atrocità che ne pregiudicano l’intera esistenza, questi bambini vengono costretti a combattere, trasportare rifornimenti, svolgere ruoli di spie o scudi umani”.

La Giornata Internazionale contro l’uso dei bambini soldato viene celebrata il 12 febbraio, la data in cui nel 2002 è entrato in vigore il protocollo opzionale alla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, riguardante l’uso dei minori nei conflitti armati. Tale protocollo stabilisce che nessun minore di 18 anni possa essere reclutato forzatamente o utilizzato direttamente nelle ostilità, né dalle forze armate di uno Stato né da gruppi armati. Nonostante siano 153 gli Stati che hanno ratificato il protocollo e si sono impegnati a bandire l’uso dei bambini nei conflitti armati, questo fenomeno è ancora drammaticamente diffuso. Sono infatti molti i conflitti nel mondo in cui attualmente vengono usati bambini soldato, dalla Repubblica Centrafricana, alla Siria, al Sudan.

E’ la denuncia della Coalizione Italiana che nasce ufficialmente a Roma, il 19 aprile 1999 ed è attualmente composta da varie associazioni e Ong: INTERSOS, COOPI, Save the Children Italia, Terre des Hommes Italia, Unicef Italia, Telefono Azzurro, Alisei, Cocis. La Coalizione ha come obiettivo la tutela specifica dell’infanzia nelle condizioni di guerra e nei conflitti armati, ed estende le sue preoccupazioni a tutti gli abusi di cui sono vittime i bambini e le bambine, attraverso il lavoro delle organizzazioni componenti la Coalizione.


Per info http://www.bambinisoldato.it/

Valentina Valentini - DirittiDistorti

6448