il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

L'Italia tripudia la guerra

L'Italia tripudia la guerra

(5 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Ucraina: contro la guerra nel cuore dell’Europa voluta dall’imperialismo USA e UE, a fianco dell’Ucraina antifascista!

(1 Luglio 2014)

ucraicontro

La nazione ucraina sta attraversando una situazione molto pericolosa per il futuro del paese. Deploriamo profondamente le sofferenze subite dal popolo ucraino in una sanguinosa guerra civile fomentata dagli Stati Uniti e dall’Unione Europea. Siamo indignati per il fatto che l’attuale governo in Ucraina abbia schierato contro il proprio popolo l’esercito regolare e bande armate illegali come “Settore Destro” dichiaratamente neonaziste.
A Odessa un’orda nazista ha trucidato cittadini ucraini di origine russa. Disarmati. L’ha fatto con i metodi nazisti del pogrom: bruciare, uccidere, non lasciare via di scampo alle vittime. Ora, dopo elezioni farsa, il nuovo presidente ha intensificato l’azione repressiva, utilizzando l’esercito con interventi aerei e con carri armati. E con gruppi terroristi paramilitari decisamente di estrema destra fascisti. I media, all’unisono, hanno deformato la notizia fino a renderla irriconoscibile. Questa falsificazione è funzionale a coprire le responsabilità degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, che appoggiano il nuovo governo di Kiev, da essi portato al potere. Noi, cittadini italiani di una repubblica antifascista sempre più soltanto di nome, siamo parte involontaria di questa mostruosa tragedia e di questo ritorno al passato. Lo siamo in quanto membri della NATO e alleati degli Stati Uniti. Non a caso il ministro della Difesa italiano, non pago delle violazioni che in questi ultimi due decenni hanno ripetutamente sfigurato l’articolo 11 della nostra Costituzione, è stato il primo a dichiararsi disponibile per un’ennesima sciagurata missione militare, stavolta in Ucraina. Possiamo tacere? Se lo faremo, saremo complici. Sono altissime, purtroppo, le probabilità che nelle prossime settimane si possano verificare eventi ancora più sanguinosi, mentre la crisi tra Russia e Occidente rischia di scivolare in conflitto aperto. Chiediamo a tutte coloro e tutti coloro che condividono i valori della democrazia e della pace, che vogliono battersi contro la guerra, di partecipare all’incontro di lutto e di protesta

mercoledì 2 luglio ’14 alle ore 20.30 a Parma in piazzale Matteotti

Diamo una risposta collettiva, dignitosa, forte, al fianco dell’Ucraina antifascista, contro l’escalation bellica nel cuore dell’Europa.
Contro la presenza della NATO in Italia e in Europa, per un’Italia fuori dalla NATO.

COMITATO ANTIFASCISTA E PER LA MEMORIA STORICA - PARMA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Appuntamenti sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Ucraina: un paese conteso»

5683