il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Psicocomunista

Psicocomunista

(14 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

OPPOSIZIONE E SINISTRA

(27 Settembre 2014)

opposinistra

Massimiliano Smeriglio presenta oggi, 27 Settembre, sulle colonne del “Manifesto” la manifestazione nazionale indetta da SeL per il prossimo 4 Ottobre e dichiara: “Sarebbe un passo avanti se Sel dichiarasse la propria insufficienza per mettersi a disposizione di chi vuol dare significato alla sinistra e ai suoi valori, al suo programma minimo. Per mettere insieme le parole sinistra e governo contro la deriva tecnocratica e populista di Renzi”.
Un’analisi sbagliata quella di Smeriglio che deve essere contrastata con grande fermezza attorno a due punti che è necessario risultino molto chiari:
1) Non esiste, in questa fase, alcune possibilità di tenere assieme le parole sinistra e governo: non ci sono i presupposti materiali, di contenuto, di aggregazione sociale, di possibile proposta politica;
2) Quella di Renzi non è una deriva tecnocratica e populista: i due termini, tra l’altro, sono antitetici e non possono stare assieme in una seria analisi politica. Soprattutto, però, non ci troviamo all’interno di quell’ipotetica situazione. L’Italia è retta, in questa fase, da un regime di tipo sostanzialmente salazarista del quale la figura dell’attuale presidente della Repubblica è il principale ispiratore e garante.
La sinistra può pronunciare una sola parola: OPPOSIZIONE nella politica come nella società.
Opposizione globale e sistemica.
Dovrebbe essere sulla base di una riflessione di questo tipo che andrebbe valutata l’opportunità (indiscussa) e la possibilità (concreta) di avanzare un progetto di nuova aggregazione, sintesi, soggettività politica in grado di superare i negativi retaggi del passato (così evidenti nell’articolo di Smeriglio) e di preparare una seria prospettiva per il futuro.

Franco Astengo

4206