il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Stefano Gugliotta

Stefano Gugliotta

(11 Maggio 2010) Enzo Apicella
Dopo che le tv hanno trasmesso il video di Stefano Gugliotta che viene pestato immotivatamente dalla polizia e poi arrestato per "resistenza a pubblico ufficiale", il capo della polizia Manganelli "dispone una ispezione".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Sull'assemblea nazionale contro la repressione del 20 dicembre

(30 Dicembre 2014)

assecontrorepr

Azione Antifascista Teramo esprime tutta la sua soddisfazione per la propria partecipazione all'Assemblea Nazionale contro la Repressione organizzata il 20 dicembre scorso a Teramo a partire dagli spunti del nostro Fratello Davide Rosci e del compagno Mauro Gentile (http://www.osservatoriorepressione.info/il-saluto-di-davide-rosci-e-mauro-gentile-allassemblea-contro-la-repressione-e-per-labolizione-del-codice-rocco/).
La partecipazione di tante realtà da tutta Italia l'ha resa un momento di sviluppo e confronto formativi ai fini dell'organizzazione delle lotte che sempre più si rendono necessarie in questo momento critico per il movimento popolare nel nostro Paese.
Riteniamo che incontrarsi sia fondamentale per accrescere la nostra conoscenza delle problematiche politiche, ambientali e sociali che affliggono le persone, e per restaurare una coscienza di classe, concetto sparito dal vocabolario attuale.
Diciamo così perché i numerosi interventi succedutisi nel corso dell'incontro non hanno fatto altro che rimarcare una verità che deve entrare nell'ordine del giorno di tutti coloro i quali hanno realmente intenzione di cambiare lo schifoso stato di cose attuale:
Si può trattare della Val Susa e del T.A.V. come di Bagnoli e dell'Italsider, di Taranto e dell'Ilva come di Teramo e del 15 ottobre; si può trattare dell'Aquila e del processo alla Commissione Grandi Rischi come di Ferguson negli Stati Uniti e della polizia assassina, di Casale Monferrato e la strage dell'Eternit come di Bussi e del vergognoso sversamento impunito, ma un cosa sola emerge chiara, la Giustizia non è uguale per tutti, è una questione di classe.
Il padronato e il suo Stato non pagano mai per i loro crimini contro l'umanità, realizzati per il profitto e per il denaro, mentre i compagni e la povera gente pagano sempre conto doppio per le azioni portate avanti per costruire un mondo migliore. Questa è la realtà e chiunque, volente o nolente, deve farci i conti.
Da qui si deve andare avanti, ricostituire un'identità politica chiara del proletariato, per portare finalmente l'assalto al cielo.
LUNGA VITA AI RIBELLI!


Teramo, 29\12\2014

Azione Antifascista Teramo

4593