il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Roma Capitale, Presidente della CCP Bilancio: “Cercheremo di salvaguardare il più possibile i posti di lavoro”. “VEDREMO IN CONCRETO”, risponde l'Usi…

(1 Agosto 2018)

di nuovo farmacap

Con queste parole ha esordito ieri, 31 luglio 2018, il Presidente della Commissione Consiliare Permanente Bilancio di Roma Capitale Terranova, con accanto l’Assessora alle Politiche Sociali Baldassarre, ai margini della seduta del Consiglio Comunale (in discussione e votazione dell’assestamento di Bilancio 2018 - 2020), rivolgendosi ad una delegazione di lavoratori e lavoratrici della Farmacap, al secondo giorno di mobilitazione al Campidoglio, dopo la prima presenza il 27 luglio, su impulso del sindacato autorganizzato.

Terranova ha confermato ancora una volta, dopo l’esito della due diligence sui bilanci 2013/2014/2015, l’ipotesi di dismissione e liquidazione aziendale o la sua profonda ristrutturazione, con eventuale trasformazione societaria.

Di fronte a questa esplicita conferma abbiamo richiesto, dato anche lo slittamento della decisione finale a settembre, che si avvii un percorso istituzionale trasparente, a partire dalla convocazione della Commissione congiunta Bilancio/sociale in cui ascoltare le OO.SS i lavoratori e le lavoratrici, depositari e conoscitori della reale situazione aziendale, vissuta quotidianamente; Terranova ha accolto tale richiesta.

Vista la gravità della situazione, serve da parte di tutti consapevolezza dei rischi, disponibilità alla mobilitazione e alla lotta, anche sensibilizzando e coinvolgendo l’utenza nella difesa dei servizi di cui usufruiscono quotidianamente. Per noi la Farmacap è un bene pubblico inalienabile per Roma, considerando anche la dislocazione e l’utilità dei presidi farmaceutici e sociali nei quartieri periferici della città. Per tali motivi ribadiamo la nostra contrarietà alla dismissione aziendale e a qualsiasi processo di ristrutturazione che non preveda il mantenimento dell’azienda speciale pubblica e la piena salvaguardia occupazionale e delle attività aziendali, cosa finora non fatta, vista la “scomparsa” di 900.000 euro per la Convenzione dei servizi sociali di prossimità (e il MANCATO PAGAMENTO, FINORA, delle fatture dell’anno 2018, A PRESTAZIONE LAVORATIVA E SOCIALE EROGATA…).

La Farmacap, con la sua attuale forma societaria, può essere rilanciata rafforzandola con nuovi progetti, nuovi servizi e con una nuova gestione che sia all’altezza di questo compito. La nostra risposta a queste ennesime promesse: “VEDREMO IN CONCRETO”.

NON ABBASSIAMO LA GUARDIA, PROSEGUIAMO LE INIZIATIVE DI AUTODIFESA COLLETTIVA, dei posti di lavoro, della qualità e natura pubblica dei servizi erogati.

RSA/Rls USI FARMACAP – Segreteria intercategoriale USI

2715