il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Moody's vivendi

Moody's vivendi

(18 Maggio 2010) Enzo Apicella
Dopo la guerra finanziaria guidata dall'agenzia di rating Moody's, in Grecia ha inizio il massacro di salari e pensioni

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Vigili del Fuoco discontinui : il governo del cambiamento li vuole ancora precari

(23 Novembre 2018)

vigili del fuoco discontinui

I vigili del fuoco sono assolutamente insufficienti come numero in rapporto alla popolazione: il comparto si regge sulle migliaia di precari discontinui che da decenni chiedono e lottano per la stabilizzazione del proprio rapporto di lavoro.

Le gravi calamità naturali, che nelle scorse settimane hanno messo in ginocchio il territorio nazionale, hanno evidenziato la fragilità del piano di prevenzione del rischio idrogeologico e del pronto intervento. Un comparto, quello della sicurezza, che si regge sulla chiamata di migliaia di Vigili del Fuoco discontinui per garantire la sicurezza di persone, ambiente, territorio e i primi soccorsi in caso di crolli, calamità, incendi, terremoti, frane e allagamenti. Il rapporto numerico cittadini e Vigili del Fuoco è il più basso d’Europa.

Il Governo Di Maio-Salvini nella legge di Bilancio prevede poche assunzioni, quasi tutte utilizzando una vecchia graduatoria concorsuale. La scarsità di risorse stanziate basterà solo a coprire il turn over dei pensionamenti.

La volontà del Governo di non avviare una seria campagna di stabilizzazione di migliaia di lavoratori, precari da decenni, rappresenta un affronto per l’intera categoria, ma anche una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini che sempre più subiscono le tragiche conseguenze di una mancata politica di prevenzione e di pubblica tutela. Una storia vergognosa quella dei VVF discontinui: lavoratori usati dalla politica, traditi dai diversi governi che in questi anni si sono succeduti, lasciati nella precarietà.

La CUB ha già avviato in alcune regioni, quelle colpite dal maltempo delle scorse settimane, alcune vertenza locali: vertenze che si trasformeranno in un’unica vertenza nazionale.

La sicurezza dei cittadini passa attraverso una seria campagna di assunzioni: la CUB chiede al Governo la stabilizzazione dei VVF discontinui !


Milano, 19 novembre 2018

Luigi Casali - CUB Pubblico Impiego

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Unitaria di Base»

1974