il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Il macigno e la pietruzza

Il macigno e la pietruzza

(12 Aprile 2011) Enzo Apicella
Il giudice Richard Goldstone "ritratta" le conclusioni della commissione di indagine ONU sull'operazione "Piombo Fuso"

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

  • 11 Dicembre 2019 - Milano
    Guerra permanente e rivolta sociale
    Ruolo e presenza militare dell’Italia
    Libano, Iraq, Iran, Kurdistan e….

SITI WEB
(Palestina occupata)

Medio Oriente: guerra civile, reazione e rivoluzione
(Prese di posizione raccolte nell'opuscolo del 23 settembre 1976)

L'imperialismo è strage!
Onore ai nazionalisti rivoluzionari palestinesi assassinati a Monaco!
Volantino dell'8 settembre 1972

(5 Settembre 2019)

Martedì 5 settembre [1972], all'alba, 8 guerriglieri palestinesi, aderenti a "Settembre nero", hanno tratto in ostaggio al villaggio olimpico 9 atleti israeliani. I palestinesi volevano, con quest'azione, ottenere il rilascio di 239 prigionieri politici detenuti nelle prigioni israeliane ed affermare, dinanzi a tutto il mondo, i diritti nazionali del popolo palestinese. I fedayn hanno chiesto alla polizia tedesca, che ha subito circondato il villaggio con migliaia di uomini, un aereo col quale raggiungere una capitale araba, da dove trattare con Israele.

Il governo tedesco, d'accordo con quello israeliano e col Comitato olimpico internazionale, ha pianificato il massacro dei guerriglieri e dei loro ostaggi. Infatti Israele ha rifiutato persino di trattare con i palestinesi, preferendo la condanna a morte dei suoi atleti. Il Comitato olimpico, in cui siedono gli stati capitalisti, ha preteso la loro immediata eliminazione per continuare i Giochi. Il governo tedesco ne ha eseguito i suggerimenti, per difendere il proprio prestigio imperialista, sia in relazione ai Giochi olimpici, sia in rapporto ai propri interessi nel Medio Oriente. È stato il ministro degli Interni, Genscher, in persona, a preparare il macello dei fedayn. Per trattare con questo sbirro, essi hanno ritirato l'ultimatum posto all'accettazione delle loro richieste. Per tutto il giorno Genscher ed i suoi uomini hanno studiato il modo ed il luogo migliori per la strage. Hanno rinunciato a farlo al villaggio olimpico, di fronte a milioni di persone. Hanno preferito organizzare un agguato all'aeroporto militare di Fuerstenfeldbruck chiuso agli stessi giornalisti. Per attirarvi i fedayn, Genscher ha finto di accettare le condizioni, dopo estenuanti trattative. Finalmente, verso le 21, i fedayn ed i loro ostaggi si sono allontanati da Monaco verso Fuerstenfeldbruck con dagli elicotteri. Appena giunti all'aeroporto, sono stati sottoposti ad un micidiale tiro a segno da parte della polizia. I cecchini hanno subito ucciso 2 fedayn; hanno fatto esplodere un elicottero su cui stavano altri 2 insieme agli ostaggi; hanno impegnato per due ore una battaglia con i 4 superstiti, assassinandone uno a sangue freddo dopo averli catturati. A mezzanotte il massacro è terminato: fedayn ed ostaggi trucidati ... Leggi tutto (FILE PDF) link: http://www.pugliantagonista.it/archivio/foto_arch/Cinque%20settembre%201972.pdf

RIVOLUZIONE COMUNISTA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Palestina occupata»

1433