il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fiatscismo

Fiatscismo

(24 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

Milano, 2 dicembre: nessuna famiglia per strada!

(23 Novembre 2019)

2 dicembre milano nessuno per strada seconda versione

CASE POPOLARI: A FINE ANNO REGIONE E COMUNE
CANCELLANO GRADUATORIE E DOMANDE DI EMERGENZA
E TOLGONO AI PIU’ DEBOLI LA POSSIBILITA' DI AVERE UNA CASA POPOLARE

La Regione, con la legge 16/2016, cancella a fine 2019 l’attuale graduatoria di bando e la possibilità di presentare domande di assegnazione in deroga per sfratto o mancanza di casa, strumento fondamentale per la gestione dell'emergenza abitativa a Milano

Oltre 2000 le domanda d’emergenza, alcune risalenti al 2015, in buona parte di famiglie già sfrattate anche da anni, e 3000 le richieste di regolarizzazione di occupanti in stato di necessità ai sensi dell'art. 34 c. 8 mai esaminate e che ora rischiano di essere cancellate.

La gestione comunale dell’accoglienza di nuclei familiari sfrattati o senza fissa dimora è totalmente insufficiente. mentre dei servizi abitativi transitori, che dovrebbero sostituire le assegnazioni in deroga, hanno beneficiato pochissime famiglie scelte dal Comune con criteri non verificabili.
LE FAMIGLIE SFRATTATE VENGONO MANDATE DA UN UFFICIO ALL'ALTRO SENZA AVERE RISPOSTE E SEMPRE PIU' FAMIGLIE VENGONO LASCIATE SULLA STRADA

PER TUTTE QUESTE RAGIONI CHIEDIAMO:
- La reintroduzione della graduatoria unica e le assegnazioni per emergenza.
- La valutazione di tutte le domande di deroga e di art. 34 c. 8 presentate al Comune di Milano, e una velocizzazione dello scorrimento della graduatoria per le famiglie più numerose, anche con una maggiore flessibilità nell'offerta degli alloggi
- L' aumento dell'offerta di case popolari in particolare per le famiglie numerose e gli invalidi, eliminando lo scandalo delle migliaia di alloggi pubblici sfitti.
-L’apertura di un confronto con Prefettura e Comune per sospendere le esecuzioni di sfratti finché non sarà stato predisposto un efficace sistema di accoglienza per gli sfrattati.

NESSUNA FAMIGLIA DEVE RIMANERE IN STRADA: IL COMUNE DEVE GARANTIRE QUESTO PRINCIPIO DI CIVILTA' TROVANDO LE RISORSE NECESSARIE E ADOTTANDO PROCEDURE EFFICACI E TRASPARENTI

In occasione della chiusura del primo bando d’assegnazione con la nuova legge regionale, la cui pubblicazione porterà alla cancellazione delle attuali graduatorie

PRESIDIO PIAZZA DELLA SCALA
DAVANTI AL CONSIGLIO COMUNALE DI MILANO
LUNEDI’ 2 DICEMBRE 2019 - ORE 17

1018