il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fincantieri

Fincantieri

(28 Maggio 2011) Enzo Apicella
Fincantieri chiude gli stabilimenti di Sestri Ponente e di Castellammare di Stabbia e annuncia 2.500 licenziamenti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

Per uno sciopero generale unitario e unico di tutto il sindacalismo di base e conflittuale!

Appello per l'unità di classe

(27 Luglio 2020)

Anche quest'anno, come in quelli passati, stiamo assistendo ad azioni da parte di dirigenze del sindacalismo di base che rischiano di produrre un autunno con una ulteriore frammentazione dell'azione del sindacalismo conflittuale e la promozione di scioperi generali autoreferenziali ed in concorrenza fra loro.

A fronte delle evidenti difficoltà del sindacalismo conflittuale, del peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro dei lavoratori e delle lavoratrici, della crisi sanitaria ed economica che il padronato ed il suo regime pretendono di scaricare sulle spalle del proletariato, le dirigenze del sindacalismo di base debbono abbandonare una pratica di divisione e di separazione della azione della classe lavoratrice che va a solo vantaggio del padronato, del governo, dei sindacati di regime.

Non è questa la risposta positiva e concreta né a una crisi economica e sociale più pesante del passato, né a una vera e propria emergenza sindacale. I lavoratori hanno la necessità di una organizzazione sindacale unica e di classe, strumento essenziale per organizzarli e mobilitarli in difesa dei propri interessi di classe.

I vertici e le burocrazie del sindacalismo collaborazionista di Cgil, Cisl e Uil sono definitivamente proni agli interessi della classe padronale e alle scelte dei governi della borghesia. Il sindacalismo conflittuale non è stato in grado, sino a oggi, di rappresentare l'alternativa su scala generale e nazionale. Le divisioni e il settarismo alimentano la frantumazione e lo scoraggiamento nei lavoratori e negano la prospettiva di una loro azione concretamente unitaria.

Compito dei militanti, degli attivisti, dei delegati, degli iscritti ad ogni sigla sindacale è farsi carico di questa sfida chiamando alle loro responsabilità i propri gruppi dirigenti.

Rivolgiamo quindi questo appello innanzitutto ai lavoratori e ai delegati, ai lavoratori non iscritti ad alcun sindacato, ed in secondo luogo ai gruppi dirigenti, affinché:
si pronuncino a favore di uno sciopero generale unitario e unico di tutto il sindacalismo conflittuale;
si costruisca una giornata di lotta senza escludere nessuna organizzazione o area del sindacalismo conflittuale, sulla base di una piattaforma rivendicativa di carattere sindacale sui bisogni immediati dei lavoratori.

A tale scopo, proponiamo un'assemblea nazionale unitaria nel mese di settembre. Data e luogo da decidere assieme alle realtà sindacali e ai singoli lavoratori/trici che fanno proprio l'appello.

Basta con la girandola di date di scioperi a senso unico!

Per l'unità d'azione dei lavoratori e del sindacalismo conflittuale!

Giovedì 23 luglio 2020

Per adesioni scrivere a: coordautoconvocat2019@gmail.com

FIRMATARI

Francesca Romano – Rsu Cobas sanità università e ricerca – Firenze
Gina De Angeli – Sanità – Area di Opposizione RT in Fp Cgil – Massa Carrara
Maria Nanni – Coordinamento Autorganizzato Trasporti – Ferrovie – Lucca
Riccardo Antonini – licenziato Ferrovie – Area di Opposizione RT in Cgil – Viareggio
Mariopaolo Sami Sami – Rsa Usb Vigili del fuoco – Genova
Edoardo Todaro – delegato Cobas Poste – Firenze
Pierluigia Iannuzzi – insegnante – attivista Slai Cobas provinciale Milano
Maurizio Rossi – operaio cantieristica – Viareggio
Matteo Murer – operaio commercio – Pisa
Massimiliano Cortese – delegato Rsu Cobas sanità unità e ricerca – Firenze
Angela Ciaccheri - Cobas sanità università e ricerca - Firenze
Domenico Travaglini – Rsa Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Paola Squizzato – Rsa Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Portosalvo Ottavio – Rsa Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Caligiuri Salvatore – Rsa Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Ferrario Barbara – Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Sandri Serena – Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Cossia Gabriella – Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Paganini Roberto – Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Murtas Salvatore – Usb Ics Maugeri Tradate – Sanità Privata – Varese
Mauro Buccheri – insegnante – Caltanissetta
Antonio Staita – fattorino – Area di Opposizione RT in Filt Cgil – Genova
Patrizia Monti – Usb – infermiera sanità privata – Istituto Le Betulle – Appiano Gentile (Como)
Sergio Nanni – insegnante – Cobas scuola – Firenze
David Leoni – Cub Trasporti – Ferrovie – Firenze
Rossana Pezzini – pensionata Rfi - Ferrovie – Area di Opposizione RT in Cgil – Viareggio
Massimo Rossi – pensionata Rfi - Ferrovie – Area di Opposizione RT in Cgil – Viareggio
Mauro Diadei – Cub Trasporti – Ferrovie – Firenze
Luc Thibault – Rsu Usb Alto Vicentino Ambiente – Igiene ambientale – Schio (Vicenza)
Fabio Bertelli – Usb Pensionati – MiBACT – Firenze
Antonio Ieracà – ferroviere pensionato – Roma
Daniela Mangiacotti - Membro del direttivo Fiom CGIL Area Toscana e Massa Carrara
Ilaria Manni – Ferrovia – Firenze
Luigi Dromedari – Rsu Fp Cgil (Area di Opposizione RT) – sanità pubblica – Roma
Marielis Ortega – infermiera – Ics Maugeri Tradate (Varese)
Alessandro Ceccarelli – Sindacato Generale di Base – Rls, delegato e coordinatore Rsu del Comune di Viareggio
Lucia Balduini – Rsu Cobas scuola – Pietrasanta (Lucca)
Paolo Fierro – Usb Ospedale del Mare Napoli
Patrizia Lazzari – insegnante – Cobas Scuola – Genova
Giovanni "Ivan" Alberotanza - disoccupato - Gissi (Chieti)
Maddalena Conti – delegata Rsu Ascinsieme – Casalecchio di Reno (Bologna)
Leonardo Staita – fattorino – Area di Opposizione RT in Filt Cgil – Genova

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Lotte operaie nella crisi»

763