">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Peace summit

Peace summit

(28 Agosto 2010) Enzo Apicella
Nuovi "negoziati di pace" israelo-palestinesi

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Palestina occupata)

USB a fianco e a difesa del popolo Palestinese

(11 Ottobre 2023)

SAREMO IN PIAZZA A PISA IL 14 OTTOBRE ore 10.30 davanti al comune di Pisa

PALESTINA LIBERA! FINO ALLA VITTORIA!

squarci di libertà

L’insurrezione del popolo palestinese iniziata sabato dalla striscia di Gaza è l’inevitabile risultato di decenni di aggressioni, attacchi, violenze e occupazione di territori da parte dello Stato di Israele.

Il popolo Palestinese con le sue organizzazioni democratiche ha aperto un fronte di lotta importante e decisivo per il proprio futuro e ha bisogno dell’appoggio di tutti coloro che sono sinceramente dalla sua parte.

La risposta di Israele all’enorme smacco politico militare subìto dalle forze popolari Palestinesi sta portando morte e distruzione tra la popolazione di Gaza e sul quel territorio sempre al centro delle provocazioni di Israele. Tutti i Governi e le forze politiche occidentali, l’Unione europea, i sindacati aderenti all’Ituc si stanno schierando apertamente con lo Stato sionista coprendone le responsabilità di decenni di aggressioni e violenze ed è sempre più evidente il tentativo di allargare il fronte dello scontro coinvolgendo paesi e popoli che non si sono mai piegati all’imperialismo e all’arroganza Israeliana.

La USB difende il diritto del popolo Palestinese a lottare per la difesa della propria terra e per la riappropriazione dei territori strappati con la forza da Israele, per rompere il silenzio assassino che circonda da sempre le continue aggressioni Israeliane al popolo Palestinese e sostiene lo sciopero generale dei lavoratori palestinesi promosso dalle organizzazioni sindacali in Cisgiordania che sta bloccando tutte le attività in sostegno alla mobilitazione.

USB condivide la posizione della FSM per: porre immediatamente fine all'occupazione e agli insediamenti israeliani nei territori arabi occupati, come previsto dalle risoluzioni delle Nazioni Unite, e istituire uno Stato palestinese indipendente sui confini del 1967 con Gerusalemme Est come capitale e garantire il diritto al ritorno dei rifugiati palestinesi.

USB Pisa

1568