">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

F35

F35

(30 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

Da Pordenone verso il 4 novembre

(31 Ottobre 2023)

no caserma

Nel territorio pordenonese la guerra si prepara ogni giorno, militarizzazione e militarismo sono il cancro di una regione con tristi primati come un numero impressionante di caserme (in gran parte dismesse), una ogni 15km, 9 poligoni militari con esercitazioni quasi tutto l’anno e poi una Base USAF con 50 bombe atomiche che tiene in scacco due interi paesi (Roveredo in Piano e Aviano).
Per questo abbiamo voluto denunciare 3 avamposti simbolici di questo delirio militarista che in questi tempi di guerre distrugge e dissangua interi paesi ammazzando migliaia di civili: perché a questo servono le fabbriche che producono armi e tecnologie belliche, a questo servono Basi e Poligoni militari anche in Italia, in regione, a Pordenone!

Fuori dalla retorica patriottarda o i talk show, gli eserciti e le Difese Armate degli stati, tutti, si addestrano ogni giorno e ogni giorno inquinano territori, comunità e con la propaganda estorcono il consenso di popolazioni spesso ignare o rassegnate, o peggio assuefatte ad un apparente benessere economico che si sta sgretolando anche nel “nostro” occidente.

Diciamo NO alla costruzione dell’ennesima caserma “green” in Comina, milioni di euro sottratti a sanità e scuole, sempre più in affanno in provincia; diciamo NO alla beffa di farsi carico delle bonifiche e infrastrutture di quello che rimarrà dal trasferimento della Mittica di Via Montereale, quei costi deve pagarli l’esercito non la cittadinanza;

Chiediamo la chiusura dei Poligoni militari che insistono in vaste aree protette (ZIC e ZPS) per il loro inestimabile valore di biodiversità, dopo 70 anni di esercitazioni a fuoco e tonnellate di piombo e metalli pesanti riversati in ambiente umano e animale;

Chiediamo che l’azienda AlpiAviation, una delle molte (Fincantieri e Leonardo in regione), smetta la produzione di Droni di guerra, usati da anni in vari conflitti dove a pagare sono le popolazioni civili, e venga convertita ad esclusivo uso civile;

Invitiamo tutt* a partecipare il 4 novembre alla manifestazione antimilitarista dalle 15.30 davanti ai cancelli di Fincantieri in piazzale Alberto Cosulich a Panzano in comune di Monfalcone, dove partirà un corteo che raggiungerà p.tta Esposti Amianto, organizzata dal Coordinamento Libertario Regionale.

Il 4 novembre non c’è nulla da festeggiare, contattaci e organizziamo una trasferta da Pordenone verso Monfalcone.

Iniziativa Libertaria - Pordenone

970