"> MOBILITAZIONE ANTIFASCISTA! :: Il pane e le rose - classe capitale e partito" />
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

25 aprile

25 aprile

(25 Aprile 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

SALVINI, LE PEN E "COMPAGNIA" CANTANTE: FIRENZE NON VI VUOLE!
MOBILITAZIONE ANTIFASCISTA!

ASSEMBLEA CITTADINA VENERDÌ 24 NOVEMBRE ORE 21.00 AL CPA FI-SUD

(22 Novembre 2023)

mobilitazione antifascista

Invitiamo già da ora tutti e tutte a prender parola e rilanciare nel proprio ambito la necessità della mobilitazione dandoci come primo appuntamento VENERDÌ 24 NOVEMBRE ALLE ORE 21 al CPA Firenze Sud per coordinare e organizzare la mobilitazione.

È annunciato per domenica 3 dicembre alla Fortezza un incontro, convocato dalla Lega, tra i partiti di destra di svariate nazioni europee.
Tra le presenze annunciate quelle di Salvini e della Le Pen, in quella che si preannuncia come una delle iniziative di lancio in vista delle prossime elezioni europee.
Come antifascisti e antifasciste rifiutiamo categoricamente la presenza di questi soggetti nella nostra città.
Conosciamo bene la Lega e le sue politiche.
Una miscela di populismo, demagogia, razzismo e facili promessi elettorali.

1.Le precettazioni e le provocazioni in occasione dell'ultimo sciopero ci dicono quanto dietro a quel "prima gli italiani" ci sia l'obiettivo di alimentare la guerra tra poveri a tutto vantaggio di grandi interessi e capitali.
2. Questa nuova finanziaria aumenta ancora il debito pubblico togliendo fondi a lavoratori e pensionati per dirottarli sulle spese militari e nuove, grandi e inutili opere.
3. La Lega soffia sul fuoco della guerra dall'Ucraina alla Palestina tessendo le lodi dei battaglioni nazifascista in forza a Kiev e dell'esercito israeliano impegnato nel genocidio a Gaza e in Cisgiordania.
È partito completamente in linea con le direttive imposte dalla NATO e con il progetto di insediamento di un suo comando a Rovezzano.
Un partito che esulta ad ogni manganellata data in testa a studenti e studentesse, lavoratrici e lavoratori.
4. Rifiutiamo l'idea di famiglia tradizionale che questi soggetti ogni giorno ci propinano al punto che personaggi del calibro di Susanna Ceccardi nel parlamento europeo hanno espresso voto contrario la convenzione contro i femminicidi mentre Salvini, colto da un insolito garantismo, è arrivato addirittura a scrivere "se colpevole" rispetto a Turetta perché bianco e di buona famiglia.
5. Allo stesso modo rifiutiamo l'ipotesi che a cavalcare quest'indignazione siano PD e Italia Viva a difesa dei "valori dell'europeismo".
La Lega e tutta la destra sovranista sono proprio la stampella destra dell'europeismo, completamente integrati con quel sistema e in perfetta continuità con le leggi passate varate proprio in passato dal Jobs Act alla Buona Scuola, passando per i pacchetti sicurezza a firma Minniti.
6. Rifiutiamo l'idea che questi soggetti si diano appuntamento a Firenze a pochi giorni dall'anniversario della Strage di piazza Dalmazia compiuta Casseri, militante di Casa Pound, con cui hanno condiviso progetti e campagne elettorali.

Diamo a Salvini e tutti i suoi sodali l'accoglienza che si meritano!

Firenze Antifascista

1164