il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gugliotta

Si apre una finestra sui metodi della polizia italiana

(14 Maggio 2010) Enzo Apicella
I TG trasmettono l'intervista a Stefano Gugliotta, che porta i segni del pestaggio immotivato da parte della polizia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Argentina: Libertà per Gabriel Roser

(24 Novembre 2005)

Chi è Gabriel Roser?
Gabriel Roser è un compagno del Movimento d'Unita Popolare e del Fronte Popolare Dario Santillàn, ha 27 anni ed è in prigione del 29 d'aprile dell’2004.

Che cosa faceva Gabriel nell'MUP?
Lui militava nel quartiere di Ringuelet della Regionale La Plata dell’MUP, li collaborava con l'orto e la mensa comunitaria del gruppo. Era anche il responsabile generale della sicurezza nelle manifestazioni e blocchi stradali.

Perché e in prigione?
A Gabriel li hanno costruito un’accusa, i poliziotti del quartiere, che già perseguitavano i compagni del MUP da tempo. Il 24 d'aprile del 2004, il figlio di un politico del Partito Justisialista del quartiere, rapino un negozio e la polizia accusò di questo fatto a Gabriel. Quando lo hanno arrestato sono entrati in casa sua e nella mensa del MUP, devastandola con grandi danni. Non avendo trovato niente, lo hanno portato via, con accusa di furto e porto d’armi abusivo.

Chi accusa a Gabriel?
Tutti quelli che lo accusano sono poliziotti del quartiere, (testimoni compresi).Loro si contraddicono, e le dichiarazioni sono diverse da un giorno al altro e contraddittorie tra loro. L’unico testimone che dichiara Gabriel innocente non è poliziotto.

Che altre prove ci sono contro di Gabriel?
In pratica nessuna, soltanto delle foto utilizzate illegalmente dai i poliziotti per incastrare Gabriel. Oltre a questo non ce niente, né arma, né refurtiva, né anche un testimone imparziale.

Perché sono illegali quelle foto?
Le foto sono state scattate a Gabriel una settimana prima del furto durante un fermo per accertamenti. Tali foto sono state archiviate dalla polizia benché non ci foce nessuna accusa formale al suo carico.Oltre a questo, un giudice, su richiesta del’avocato di Gabriel ed organi dei Diritti Umani ne ha vietato l’uso.

Perché Gabriel è un prigioniero politico?
Perché dietro alle accuse per un delitto comune si nasconde una persecuzione per la militanza politica e sociale di Gabriel. Il fato che Gabriel sia in prigione è una conseguenza delle lotte che facciamo per i diritti dei più poveri, in quanto politici e polizia proteggono i ricchi, tenendo cosi la gente tranquilla. Per questi, noi siamo la concorrenza, anche si facciamo le cose di modo totalmente diverso e abbiamo altri obiettivi.

Come agisce la giustizia in questo caso?
La giustizia, (o meglio il giudice De Aspro e il pubblico ministero Martini), ha fato di tutto il per affondare Gabriel, non ha dato peso a tutte le irregolarità che ha la causa. Si è mosso molto velocemente per incarcerarlo. In questo caso, la giustizia sta facendo abuso di del carcere preventivo invece di “considerare l’imputato innocente fino a prova contraria”come dice la costituzione, i poveri siamo condannati prima, per essere povero, neri, e nel caso di Gabriel, e altri compagni, anche “piqueteros”.

In che modo il caso di Gabriel tocca tutti?
Questo caso mette a fuoco una pratica abituale di polizia e giustizia, creare montature senza motivazione, in questo caso aggravato perché Gabriel è un militante popolare. Oltre alla scarcerazione di Gabriel vogliamo che la polizia non abusi di noi., E che la giustizia non beneficino sempre i ricchi e i potenti a danno dei poveri. Le carcere sono piene da poveri, tanti innocenti e ladri di galline. Ei grandi mafiosi, assassini da lottatori sociali, quelli che condannano alla miseria e morte miglialia di persone, poliziotti, narcotraficanti, giudici corrotti, continuano liberi e avendo tutti i suoi privilegi.

A che punto e la causa?
Siamo riusciti ad anticipare il processo, che sarà il 28,29, e 30/11/2004 e non per fine dell’2007. Facendo pressione, non rimarrà altra scelta che liberare a Gabriel.

Che cosa posiamo fare per liberare Gabriel?
Due cose sono importanti: 1) continuare a dargli forza visitandolo, inviandole lettere, e tutto quello di cui ha bisogno, 2) lavorare per diffondere il fatto, raccogliendo adesioni, partecipando alle attività, di modo che il nel giudizio il tribunale si senta osservato, guardato e controllato da miglialia di persone che vogliono la libertà di Gabriel.

MUP La Plata
Fronte Popolare Dario Santillan.

5685