il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

USA & getta

USA & getta

(23 Marzo 2010)
Approvata la riforma della sanità negli Usa, ma la spesa per l'aborto sarà a carico delle donne che lo richiedono

Tutte le vignette di

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Analisi del voto: Savona e dintorni

(12 Aprile 2006)

Il risultato elettorale della Provincia e del Comune di Savona si colloca, ovviamente,all'interno del quadro generale delle elezioni politiche più incerte nella storia repubblicana, caratterizzate da una legge elettorale che ha dimostrato di non funzionare né nel senso di garantire la governabilità, né di esaltare la rappresentanza, e da una forte ripresa nella partecipazione al voto che ha rappresentato l'elemento decisivo per lo sconvolgimento della previsioni della vigilia ed ha causato lo sballamento degli exit-poll (evidentemente tarati su di una più bassa affluenza alle urne): restano così sconcertati, soprattutto, i bookmakers di Londra e chi ha tentato operazioni sul rialzo di borsa verificatosi lunedì pomeriggio, sull'ipotesi di largo successo del centrosinistra.

Il fattore di omologazione tra il risultato nazionale e quello della nostra Provincia è rappresentato, essenzialmente, dalla crescita numerica dei voti validi, registratasi confrontando i dati con quelli delle Europee 2004 e delle Regionali 2005: tornate elettorali che avevano fatto registrare la “grande fuga” dal voto, danneggiando soprattutto il centrodestra.

Siamo tornati, infatti, più o meno, al livello del 2001, allorquando i voti validi, nella provincia di Savona, assommarono a 193.909 (nel 2006: 194808: 899 in più): in mezzo due momenti di vera e propria “caduta libera” con i 172.386 voti validi delle Europee 2004 (21.972 in meno rispetto ad oggi) e, addirittura con i 167.882 delle Regionali 2005 (26.926 voti validi in meno rispetto al 9 Aprile 2006).

Il dato dell'incremento nella partecipazione al voto ha, così, consentito al centrodestra di riprendere la maggioranza relativa nella Provincia di Savona: una maggioranza relativa di stretta misura, ma politicamente di notevole significato, anche perché si accompagna a due veri e propri exploit realizzati, rispetto alle Regionali 2005, dall'UDC (passata dal 3,5% al 6,2) e da AN (salita dal 5,7% all'11,8%).

Anche Forza Italia, rispetto a 12 mesi fa, cresce,sia pure in misura più lieve (dal 24,9% al 26,2%), riconfermando il ponente come sede del suo insediamento più forte: ad Albenga e Pietra Ligure Forza Italia assume, di nuovo, una funzione “guida” del sistema politico locale, mentre torna a sfiorare il 40% in alcune altre importanti località, come era già capitato – appunto – nel 2001 (Alassio, Andora).

Sempre riferendoci alle Regionali 2005(elezioni cui facciamo riferimento, perché le uniche in cui si presentò una lista analoga, comprendente DS e Margherita) sul versante del Centrosinistra, appare in contenuta flessione il listone dell'Ulivo (sceso dal 34,1% al 31,3%: senza recuperare, tra l'altro, i voti della Lista Burlando, mentre, sull'altro fronte, i suffragi raccolti nel 2005 dalla lista Biasotti paiono essersi concentrati piuttosto su UDC e AN, anziché su Forza Italia).

Rifondazione Comunista, che incrementa nel resto della Regione, in provincia di Savona rimane sostanzialmente stabile (più 0,2%) ed incremento pressoché analogo (0,3%) fanno registrare Verdi e Comunisti Italiani.

Deludente, infine, il risultato della Rosa nel Pugno bloccata al 2,6% (non ci sono riscontri omologhi: nel 2001 lo SDI si presentò con i Verdi, nel Girasole ottenendo l'1,76%, mentre la Lista Bonino pervenne ad un notevole 3,09%).

Nella sostanza, anche la Provincia di Savona appare terreno favorevole al fenomeno che ha caratterizzato il voto “nazionale”: quello, cioè , del recupero di buona parte di coloro che si erano astenuti nel 2004 e nel 2005, da parte del centrodestra. Questo permette, in particolare a Forza Italia, di risultare assolutamente egemone nel Ponente determinando così il risultato complessivo.

Diverso il quadro relativo al Comune di Savona, che presenta in più, rispetto all'analisi, la curiosità delle elezioni amministrative che si svolgeranno il prossimo 28 maggio.

E' difficile, però, trarre dall'esito delle elezioni politiche indicazioni particolarmente probanti, per la prossima tornata di carattere locale, salvo la conferma, più che scontata dall'egemonia del centrosinistra che, in più, avrà l'apporto di Rifondazione Comunista che, nel 2002, aveva presentato un proprio candidato sindaco.

Il quadro savonese, però, il prossimo 28 Maggio non si presenterà “schiacciato” sul bipolarismo secco, come nell'occasione delle politiche.

Dovrebbero essere, infatti, quattro gli schieramenti in lizza, affiancandosi a centrodestra e centrosinistra, due altre formazioni : “ A Sinistra per Savona”, che si colloca in una posizione contigua, appunto, a Rifondazione Comunista ma risulta espressione di diverse anime della sinistra savonese, e “Noi Per Savona”, lista civica di orientamento moderato anche se legato al centrosinistra, sul piano delle opzioni generali.

Di conseguenza il centrosinistra deve considerare il proprio 59,75% ottenuto in questa occasione, come un tetto di difficile ripetibilità (anche se in leggera flessione rispetto alle Regionali 2005, laddove si toccò il 61,77%), tenendo conto che, nel corso dell'ultima tornata delle elezioni comunali nel 2002, si aprì uno spazio del 17% fuori dai due principali schieramenti (un 17% comprensivo, però, del 6,45% di Rifondazione Comunista, presentasi allora in autonomia mentre adesso fa parte dell'alleanza unionista).

Il centrodestra savonese non appare, invece, in grado di uscire dal proprio atavico minoritarismo (quando si fa riferimento al successo di Gervasio nel 1994 occorre sempre ricordare che l'attuale Margherita, allora Partito Popolare e Patto Segni si schierò con Forza Italia e Lega Nord): neppure in una occasione dai toni della “forte appartenenza” e del recupero degli astenuti il centrodestra savonese non riesce a superare la soglia del 40%.

Savona Città, infatti, ha registrato un forte incremento di voti validi tra le Regionali del 2005 (furono 32.211) e le Politiche del 2006 (sono stati 43.904 con un incremento di 11.963 voti in assoluto, oltre il 25%).

Prendendo a metro di misura i dati della Camera dei deputati (politicamente omogenei con quelli che dovremo esaminare in occasione delle prossime amministrative, perché comprendenti le 7 classi d'età collocate tra i 18 ed i 25 anni) Uniti nell'Ulivo scende, in dodici mesi dal 40,52% al 38,16% (al Senato i DS toccano il 27,02% e la Margherita il 9,10%: quindi, sotto questo aspetto, si registra un incremento).

Rifondazione Comunista , presenta un notevole scarto tra Senato e Camera dimostrando di trovare difficoltà ad incrociare un certo tipo di voto giovanile, ed incrementa, con il 7,54%, il voto delle Comunali 2002 (6,45%) ma scende nel riferimento con le Regionali 2005 (8,53%).

Appaiono stabili i Comunisti Italiani ed in regresso (sempre a confronto con le Regionali 2005) i Verdi che passano dal 3,03% al 2,52%.

Sul versante del centrodestra l'incremento maggiore tocca ad AN (dal 4,40% delle regionali al 9,86%) e all'UDC (dal 2,28 al 5,41%). Forza Italia rimane sostanzialmente stabile, mentre la Lega flette di pochi punti (dal 3,84% al 3,12%).

Insignificanti i risultati delle altre formazioni, salvo l'esito del Partito Pensionati che, in Città, tocca il 2%.

Pur essendo un esercizio completamente privo di valore statistico, per le difformità che si presentano nel quadro di partenza e che abbiamo già segnalato, abbiamo provato di disegnare la mappa di un ipotetico Consiglio Comunale, eletto sulla base dei voti del 9 – 10 Aprile.

I 24 seggi della maggioranza di centrosinistra sarebbero stati così suddivisi: 17 all'Ulivo, 3 a Rifondazione Comunista, 1 ciascuno a Italia dei Valori, Comunisti Italiani, Rosa nel pugno, Verdi.

I 16 seggi della minoranza di centrodestra, invece: 1 al candidato sindaco, 8 a Forza Italia, 4 Alleanza Nazionale, 2 UDC, 1 Lega Nord.

Savona , li 11 Aprile 2006

Franco Astengo

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Elezioni aprile 2006»

Ultime notizie dell'autore «Franco Astengo»

5149