il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Auguri

Auguri

(8 Aprile 2012) Enzo Apicella
Nonostante la crisi il governo Monti ha deciso di procedere all'acquisto di 90 F35

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

I «numeri» della lotta dei classe

statistiche e rilevamenti su salari, prezzi, inflazione, lavoro tipico e "atipico"...

(82 notizie dal 8 Gennaio 2002 al 16 Aprile 2014 - pagina 1 di 5)

Lettera aperta all'Ato Toscana

Cari sindaci, siamo i lavoratori dell'igiene ambientale aderenti ai Cobas. Vogliamo sottoporre alla vostra attenzione, senza preamboli e giri di parole, alcune problematiche inerenti la futura gestione del ciclo dei rifiuti. Andiamo con ordine e con il rischio di sembrare schematici elenchiamo alcuni argomenti sui quali aprire il confronto Sono decine i lavoratori precari che attendono la stabilizzazione. Oggi...

(16 Aprile 2014)

Cobas Igiene Ambientale\Cobas Lavoro Privato Pisa e Versilia

ROMA, 9 APRILE: RIUNIONE PLENARIA LAVORATORI ENTI DEL TERZO SETTORE, COOPERATIVE SOCIALI, ASSOCIAZIONI ONLUS

PER IL PERSONALE UTILIZZATO COME A.E.C. NELLE SCUOLE, NEI SERVIZI DI SAISH, SAISA, SISMIF, CASE DI RIPOSO, CASE FAMIGLIA, CENTRI DIURNI, SCOLARIZZAZIONE ROM E MEDIAZIONE INTERCULTURALE, GESTIONE CAMPI ATTREZZATI, FARMACAP, SERVIZI INTEGRATIVI E AGGIUNTIVI SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, ASILI NIDO IN CONVENZIONE, DISAGIO SOCIALE. SI AVVISA CHE E’ CONVOCATA LA RIUNIONE PLENARIA DI COORDINAMENTO...

(31 Marzo 2014)

coordinamento lav. Terzo settore e coop sociali di Roma, rappresentanze sindacali aziendali e rls USI

Con questi dati sulla povertà come si può pensare che non esploda il conflitto?

Nazionale – giovedì, 19 luglio 2012 Dallo studio dell'ISTAT pubblicato in questi giorni che fotografa e analizza la povertà in Italia nel 2011, emerge un Paese che sta rapidamente perdendo colpi in termini assoluti e allo stesso tempo sottolinea con altrettanta chiarezza le differenze tra nord, centro, sud e, soprattutto, tra le classi sociali. Nel 2011 8.173.000 persone, pari...

(19 Luglio 2012)

USB Unione Sindacale di Base

1993/2011 L’ISTAT fotografa i risultati della concertazione

Nazionale – mercoledì, 23 maggio 2012 Mattone dopo mattone, negli anni segnati dalla concertazione, sono state smantellate tutte le conquiste che la classe aveva strappato dal dopoguerra. Non lo diciamo noi, i soliti criticoni a cui non va mai bene nulla e soffiano sul fuoco dello scontento per motivi imperscrutabili, ma lo dice l’Istituto Nazionale di Statistica nella sua fotografia...

(23 Maggio 2012)

USB Unione Sindacale di Base

Controriforma del lavoro. non votate quella legge

Nazionale – mercoledì, 16 maggio 2012 Il Senato si appresta al voto sulla “Controriforma del Lavoro” dopo che, per tener conto delle richieste di Confindustria, il passaggio nella Commissione Lavoro del Senato sta peggiorando il già pesantissimo testo arrivato dal governo. Tra le modifiche troviamo l'allungamento del primo contratto a termine “acausale”...

(16 Maggio 2012)

USB Unione Sindacale di Base

Record disoccupati: 9,3%

Un giovane su tre

L'Istituto: aumento di 1,2 punti percentuali su base annua. Non era mai stata così alta dal 2004. Record negativo anche per i giovani: 32,6%. Era dal 1992 che non andava così male. Top pure nel quarto trimestre del 2011: 9,6 per cento di rassegna.it La disoccupazione continua a mietere vittime e a registrare record su record. A febbraio, il tasso si è attestato al 9,3 per cento,...

(3 Aprile 2012)

Radio Città Aperta - Roma

Aumenta la luce, il gas, la pasta, la benzina, governo monti, governo di rapina

10 PAPERONI DETENGONO RICCHEZZE PER UN IMPORTO EQUIVALENTE AL REDDITO DI 3 MILIONI DI COMUNI MORTALI ! AVVIENE IN ITALIA !!

Quella in cui le deboli risorse familiari sono messe sotto torchio dal governo Monti. Sia attraverso provvedimenti capestro , come quelli sulle pensioni e sul lavoro-art.18. Sia con nuove tasse e gabelle, vedi addizionali Irpef e prossimo aumento al 23% dell’IVA. Sia con i carburanti alle stelle , che moltiplicano con le “accise”gli introiti delle casse statali. Sia con l’l’ulteriore...

(3 Aprile 2012)

Confederazione Cobas

Disoccupati, mai così tanti dal 2004

Mai così tanti disoccupati dal 2004. In Italia a dicembre erano l'8,9%, in aumento di 0,1 punti percentuali. Più 0,8 punti rispetto al 2010. Lo rende noto l'Istat precisando che si tratta del dato più alto dall'inizio delle serie storiche mensili. La percentuale tra i giovani cala di 0,2 punti al 31%. A dicembre, prosegue l'Istituto di statistica, il numero dei disoccupati, pari...

(31 Gennaio 2012)

DirittiDistorti

Rapporto Censis: numeri e analisi sulla situazione (anti)sociale del Paese

2/12/2011 - RCA News [MP] - “Giovani e lavoro: due rette parallele”. Con questo titolo, oggi, rassegna.it sintetizza i dati che emergono dal 45esimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese. Eccoli: in 4 anni tra gli under 35 il numero degli occupati è diminuito di 980.000 unità. Nel 2010 quasi un giovane su quattro tra i 15 e i 29 anni non studia né lavora....

(2 Dicembre 2011)

Radio Città Aperta - Roma

Istat: cresce ancora il costo della vita, mentre i salari restano al palo

29/11/2011 - I grafici che l’ISTAT pubblica sul suo sito parlano piu’ di tante parole: dicono che la forbice tra l'aumento delle retribuzioni contrattuali orarie e il livello d'inflazione è la piu’ ampia almeno dal 1997. Nel mese di ottobre l'indice delle retribuzioni contrattuali orarie registra infatti “una variazione nulla rispetto al mese precedente e un incremento...

(29 Novembre 2011)

Radio Città Aperta - Roma

Eurostat. Italia fanalino di coda per occupazione femminile in Europa

I dati sull'occupazione femminile forniti dall'Eurostat relegano per l'ennesima volta le donne italiane, soprattutto le mamme, sotto uno spesso "tetto di cristallo" che continua a dividerle dagli uomini. Il tasso di occupazione femminile resta infatti tra i più bassi d'Europa, e la percentuale scende notevolmente nel caso di donne con uno o più figli. L'ufficio europeo di statistica,...

(8 Marzo 2011)

DirittiDistorti

Rapporto IRES-Cgil: salari in picchiata libera

Secondo il V rapporto IRES-Cgil dal titolo “Salari in Italia: 2000-2010, un decennio perduto” le retribuzioni hanno perso mediamente 5.500 euro del loro potere d'acquisto. In altri termini e per ipotesi di scuola, supponendo fissato a 20.000 euro il valore di un salario medio riferito al 2000, nel 2010 con la stessa cifra è possibile acquistare merci per un valore di 14.500. I motivi...

(28 Settembre 2010)

Francesco Fumarola

28.9.2010 - Cgil: in 10 anni persi 5.500 euro nelle buste paga. E vogliamo insistere col patto sociale?

Martedì 28 Settembre 2010 10:36 da: http://www.cgil.it/dettagliodocumento.aspx?ID=14627 I lavoratori dipendenti italiani hanno perso in dieci anni circa 5.500 euro di potere d'acquisto. E’ questo il dato che emerge dal V rapporto IRES CGIL (...) 'Salari in Italia - 2000-2010: un decennio perduto' presentato oggi dal Segretario Generale della confederazione di Corso d’Italia,...

(28 Settembre 2010)

www.rete28aprile.it

In 10 anni il potere d’acquisto dei salari dei lavoratori è diminuito di 5000 euro.

Ma Sacconi e la Marcegaglia danno i numeri

27-09-2010/13:00 --- Oltre 5mila euro in meno sul potere d'acquisto: tanto hanno perso i lavoratori italiani negli ultimi dieci anni. Lo sostiene la Cgil nel suo rapporto sulla crisi dei salari presentato questa mattina, nel quale si spiega che nel decennio 2000-2010 le retribuzioni hanno avuto, a causa dell'inflazione effettiva più alta di quella prevista, una perdita cumulata del potere di...

(27 Settembre 2010)

Sergio Cararo, Radio Città Aperta

Le statistiche dell'istat

Disoccupazione giovani +27,9%, record da 1999 I dati dell'Istat relativi al secondo trimestre 2010 23 settembre, 19:39 s ROMA - Il tasso di disoccupazione nel secondo trimestre del 2010 e' salito all'8,5%. Lo comunica l'Istat aggiungendo che si tratta dal livello piu' alto dal terzo trimestre del 2003. Sempre con riferimento al tasso di disoccupazione destagionalizzato (8,5%) si registra un aumento...

(24 Settembre 2010)

www.operaicontro.it

Per i Pompieri non ci sono i soldi, per le armi SI!

Tredici miliardi di euro per acquistare 131 caccia bombardieri F - 35! Una bella cifra! Pensare che a noi bastavano 8 milioni di euro, questa la cifra nel decreto Abruzzo bocciato giorni fa, da destinare ai Vigili del Fuoco per nuove assunzioni e ammodernamento dei mezzi di colonna mobile. Con la cifra che si spende per uno solo di quei caccia (circa 100 milioni di euro) si risolverebbe il buco...

(6 Giugno 2009)

IDEE RDB

Lo sfruttamento capitalista dei lavoratori in cifre

La crisi mondiale sta scuotendo dalle fondamenta il sistema capitalista in tutto il pianeta. La salvaguardia dei profitti nei singoli paesi porta all’aumento della concorrenza internazionale, e con il nazionalismo i capitalisti cercano di legare in ogni paese i lavoratori, i proletari e le varie classi sociali al carro delle proprie borghesie e dei propri interessi, facendo passare i loro interessi...

(10 Febbraio 2009)

Michele Michelino

Fame. Il terzo cavaliere dell’apocalisse capitalista

Tra le tante “facce” della crisi, ce n’è una che ha un sapore un po’ medioevale: si tratta della crisi alimentare, in altre parole della fame. Le cifre della fame Un rapporto del Fondo Monetario Internazionale, datato 2 settembre 2008, riconosce che nel 2005 tre miliardi e 149 milioni di persone vivevano con meno di 2,5 dollari al giorno. Di questi il 44% viveva con...

(10 Febbraio 2009)

Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G. Tagarelli” Sesto S.Giovanni (MI)

Eurispes /in italia salari al lumicino

E le donne sono le più penalizzate

Secondo il rapporto presentato ieri dall'Eurispes, i salari italiani sono quelli che in Europa presentano la crescita più bassa, e quelli che faticano di più a reggere l'aumento del costo della vita. L'aumento percentuale delle retribuzioni reali nette è infatti stata in media dello 0,1% fra il 2000 e il 2006, contro lo 0,4% della Spagna, il 5,7% della Germania o il 20% dei paesi...

(3 Febbraio 2009)

Il 4° rapporto sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza in Italia

Roma, 26 mag. (Adnkronos/Ign) - Il 24% dei minori italiani, quasi uno su quattro, è esposto a rischio di povertà. Sono circa 900mila i giovani che abbandonano prematuramente gli studi. Permangono, sebbene continuino a rimanere sommersi, fenomeni di sfruttamento e abuso, quali lavoro minorile, prostituzione e pedo-pornografia on line. C'è poi una tendenza ad utilizzare la detenzione...

(27 Maggio 2008)

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

58284