il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

F35

F35

(7 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(No basi, no guerre)

DIRITTI DEI LAVORATORI

No basi, no guerre

Fuori la Nato dall'Italia - Fuori l'Italia dalla Nato

(487 notizie dal 14 Febbraio 2003 al 11 Settembre 2014 - pagina 7 di 25)

A Pisa l'Hub della guerra Manlio Dinucci

A Pisa l'Hub della guerra Manlio Dinucci L'aeroporto militare di Pisa diventerà l'Hub nazionale delle forze armate, ossia l'unica base aerea da cui transiteranno tutti i reparti inviati nelle diverse «missioni internazionali»: lo ha annunciato il portavoce della 46a Brigata aerea, maggiore Giorgio Mattia. I lavori inizieranno il prossimo maggio e, entro il 2013, l'Hub diventerà...

(4 Agosto 2010)

www.contropiano.org

Scuole di guerra per l'azienda Italia

Il ritorno delle salme dei due militari italiani uccisi in Afghanistan ci ricorda quanto sia attuale il tema della guerra per l'agenda politica del nostro paese

Il ritorno delle salme dei due militari italiani uccisi in Afghanistan ci ricorda quanto sia attuale il tema della guerra per l'agenda politica del nostro paese, quotidianamente distratto dal balletto osceno di una classe politica in piena fase di decomposizione. Le accelerazioni dell'esecutivo di destra nelle politiche militariste sono relegate oramai in trafiletti dei grandi quotidiani nazionali:...

(3 Agosto 2010)

www.contropiano.org

 

Anche in:

Report della giornata del 17/07/10 a Novara contro le spese militari e la guerra a cura della Rete nazionale Disarmiamoli

Report della giornata del 17/07/10 a Novara contro le spese militari e la guerra a cura della Rete nazionale Disarmiamoli Sabato sera si è conclusa la giornata promossa dall'Assemblea Permanente NO F-35, che si è tenuta nel salone del circolo Banditi di Isarno a Novara con la presenza di realtà organizzate del Piemonte, della Lombardia, della Liguria e della Toscana. Il dibattito...

(23 Luglio 2010)

www.contropiano.org

Le invisibili, e in costante aumento, spese militari italiane

e poi tagliano le spese sociali

E' da un anno che il Ministro La Russa sta provando a far passare un nuovo modello di difesa. Ma l'ultimo oggetto del contendere è il pensionamento di 10 mila militari e di circa 6000 civili impiegati nel Ministero, una diminuzione delle spese solo di facciata che serve invece a accrescere i fondi destinati alle missioni all'estero e alle truppe di elites dell'esercito italiano (oltre a coprire...

(6 Luglio 2010)

Confederazione Cobas - Pisa

Dal Molin: finito tutto a taralluci e vino? di Raniero Germano *

Dal Molin: finito tutto a taralluci e vino? di Raniero Germano * Gli Usa sono arci contenti perché la loro base, loro, la avranno, contento pure Variati che ha ottenuto il suo parco e la sua tangenziale, contenti pure quelli dell'ex movimento No dal Molin che persa la guerra si accontentano di questa vittoria di Pirro. Il movimento No Dal Molin era sorto per impedire la costruzione della...

(2 Luglio 2010)

www.contropiano.org

L’inquinamento elettromagnetico della base USA di Niscemi

È una delle installazioni militari meno note in Italia ma è certamente tra quelle più pericolose dal punto di vista ambientale. Operativa dal 1991, la Naval Radio Transmitter Facility – NRTF di Niscemi (Caltanissetta) assicura le telecomunicazioni della Marina militare degli Stati Uniti d’America a livello planetario; inoltre, è destinata ad ospitare uno dei...

(17 Giugno 2010)

Antonio Mazzeo

Sciogliamo Finmeccanica - 22 giugno manifestazione a Roma

Armi, fascisti, servizi segreti, corruzione = Finmeccanica: il peggio del peggio del nostro paese.

Un’altra potente e maledetta cricca è venuta alla luce nei giorni scorsi dalle indagini delle procure di Roma, Napoli, Milano su Finmeccanica, la holding industrial - militare italiana, numero tre al mondo per giro di affari e fatturato, controllata dallo Stato. Associazione a delinquere, riciclaggio, corruzione, evasione fiscale, fondi neri: queste le ipotesi di reato in cui sono coinvolti...

(15 Giugno 2010)

Rete nazionale Disarmiamoli

Niscemi sotto la spada di Damocle del MUOS

Tenta di superare il lungo empasse il movimento di cittadini e associazioni che si battono contro l’installazione a Niscemi (Caltanissetta) del terminale terrestre del sistema di telecomunicazioni satellitari MUOS delle forze armate USA. Sabato 12 giugno, alle ore 18, il Comitato NO MUOS di Niscemi, in collaborazione con la Campagna per la smilitarizzazione di Sigonella, ha indetto il convegno...

(10 Giugno 2010)

Antonio Mazzeo

Partecipata e riuscita la controparata che si è svolta il 2 giugno a Roma a Ponte S.Angelo.

Alcune centinaia di attivisti del movimento contro la guerra hanno -denunciato il continuo aumento delle spese militari -chiesto il ritiro dei soldati italiani dall’Afghanistan -espresso solidarietà ai pacifisti della Freedom Flottilla e al popolo palestinese. Vivace e animata la manifestazione è stata costellata dalle iniziative delle singole associazioni. Tra le tante da ricordare: *l’animazione...

(5 Giugno 2010)

Rete Nazionale Disarmiamoli

Praga 2010: la primavera nucleare

La grancassa mediatica è impegnata da settimane a descrivere il “gran passo” che Barak Obama farà nella capitale della Repubblica Ceca, dove insieme al collega russo firmerà il nuovo Trattato Start, all’insegna di una cosiddetta “lotta alla proliferazione nucleare”. Se solo volessimo commentare i numeri della riduzione proposta non ci sarebbe certo...

(8 Aprile 2010)

La Rete nazionale Disarmiamoli

27 febbraio. Io non sono complice: presidio davanti alla Ederle

Crimini di guerra: così li definisce, senza mezzi termini, Emergency, da sempre in prima linea nel soccorrere le vittime di ogni guerra. E’ quanto sta avvenendo in questi giorni, a causa dell’ennesima offensiva scatenata dalla Nato per colpire e distruggere i ribelli; ma, sotto il fuoco dei caccia e delle artiglierie, ci finiscono sempre i civili: come mercoledì, quando sotto...

(25 Febbraio 2010)

No Dal Molin

Sigonella capitale internazionale dei nuovi aerei spia USA

La base siciliana di Sigonella è destinata a diventare uno dei principali scali operativi a livello mondiale dei velivoli senza pilota UAV Global Hawk delle forze armate di Stati Uniti e NATO. Lo ha annunciato in un’intervista alla rivista Defense News il colonnello Ricky Thomas, direttore del programma Global Hawk dell’US Air Force. “Sigonella possiede le potenzialità...

(13 Febbraio 2010)

Antonio Mazzeo

Alla Lockheed i servizi aeroportuali delle basi di Napoli e Sigonella

La marina militare degli Stati Uniti ha assegnato al colosso industriale Lockheed Martin di Bethesda, Maryland, la gestione delle operazioni aeroportuali nelle basi USA di Napoli-Capodichino e Sigonella. Il contratto, per un valore di 14,6 milioni di dollari, entrerà in vigore nel febbraio 2010 e avrà una durata di sette mesi. È tuttavia prevista la possibilità di estendere...

(12 Dicembre 2009)

Antonio Mazzeo

La lobby italiana del MUOStro USA di Niscemi

Alt dell’amministrazione comunale di Niscemi all’installazione del nuovo sistema di telecomunicazione satellitare MUOS della Marina militare USA all’interno della riserva naturale “Sughereta”. Con provvedimento firmato dal Capo ripartizione all’urbanistica, indirizzato all’US Naval Air Station di Sigonella, al Dipartimento dell’US Navy di Napoli-Capodichino,...

(10 Dicembre 2009)

Antonio Mazzeo

Già operativa a Sigonella unità Global Hawk dell’US Air Force

Una presenza discreta quella del personale dell’aeronautica militare statunitense che si aggira all’interno della stazione aeronavale di Sigonella da circa un mese e mezzo. Appartiene a quello che ha già preso il nome di “9th Operations Group/Detachment 4”, il distaccamento operativo che gestirà le future missioni in Europa, Africa e Medio oriente dei velivoli...

(4 Dicembre 2009)

Antonio Mazzeo

Aumentano i Global Hawk per il Grande Fratello NATO a Sigonella

Prima quattro, poi sei, adesso otto. Si tratta dei famigerati velivoli senza pilota UAV “Global Hawk” che la NATO destinerà alla base di Sigonella nell’ambito del nuovo programma di sorveglianza terrestre AGS (Alliance Ground Surveillance). A comunicare l’aumento del numero degli UAV che giungeranno in Sicilia entro il 2012, Ludwig Decamps, a capo della Sezione di supporto...

(2 Dicembre 2009)

Antonio Mazzeo

Il Business attorno al Camp darby: sinergie tra militare e civile

Tra il 1630 e il 1650 i Medici decisero di collegare la città di Pisa con il nascente porto di Livorno; ecco come nasce il Fosso dei Navicelli che fino agli anni trenta del secolo scorso fu utilizzato per trasporti di materiali pesanti fino a quando non venn distrutto e reso impraticabile dai bombardamenti Usa. Il nuovo Piano regolatore prevede uno sviluppo di tutta l'area dei Navicelli e...

(22 Novembre 2009)

CONFEDERAZIONE COBAS - PISA

Camp Darby si allarga con l'aiuto del sindaco Pd

La Regione Toscana e i comuni di Pisa e Livorno hanno dato il via, con un accordo di programma e 108 milioni di euro, al riassetto delle vie navigabili interne per «ottimizzare gli interscambi tra i siti logistici della Toscana». Davvero ottima iniziativa. Solo che tra i siti logistici maggiormente interessati c’è la base Usa di Camp Darby, che chiede l’ampliamento del...

(20 Novembre 2009)

Manlio Dinucci

Vicenza. Arrestato Turi Vaccaro - Pellegrino di Pace

La Rete nazionale Disarmiamoli! chiede l'immediato rilascio del militante pacifista

Turi Vaccaro, il "pellegrino di pace", noi tutti conosciamo perché nel 2005 è stato protagonista in Olanda di una storica azione pacifista: penetrato in un aeroporto militare della NATO aveva reso inservibili 2 aerei da combattimento F16 distruggendone i comandi a martellate. (vedi allegato) Dopo aver partecipato alla Marcia per la Pace e la nonviolenza di Domenica, nei giornisuccessivi...

(13 Novembre 2009)

Rete Disarmiamoli www.disarmiamoli.org

Polvere di Nobel sulla torre pendente e i quattro mori?

Le istituzioni locali chiedono alla base USA di camp Darby una partnership economica per lo sviluppo del territorio.

In una intera pagina de “Il Tirreno” di domenica 8 novembre 2009, dedicata al varo di uno yacht del costo di 27 milioni di euro per un ristretto equipaggio di 12 fortunati naviganti, il Sindaco di Pisa comunica alla città due “importanti novità “ inerenti la base militare USA di camp Darby: la prima è che crescerà sensibilmente la sua influenza nell’area...

(10 Novembre 2009)

Il Comitato NocampDarby di Pisa e Livorno

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

169649