il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 65 di "Alternativa di Classe"
    (22 Maggio 2018)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    DIRITTI DEI LAVORATORI

    I cento volti della Turchia

    (216 notizie dal 13 Settembre 2010 al 3 Maggio 2018 - pagina 1 di 11)

    Elezioni turche, democrazia sempre più in bilico

    Quanto incida la preoccupazione e quanto, invece, la speranza sull’election day turca, voluta da Erdogan col notevole ausilio del ‘lupo grigio’ Bahçeli, è un dilemma che si risolverà con lo spoglio elettorale post 24 giugno. La Turchia polarizzata arriva a questa scadenza imposta con una legge votata a metà marzo scorso, legge che cementa l’alleanza...

    (3 Maggio 2018)

    Enrico Campofreda

    Elezioni turche, la corsa contro il tempo di Erdogan

    Per capitalizzare gli effetti delle ultime mosse sul terreno siriano e la conquista di Afrin Erdogan in patria gioca d’anticipo sulle elezioni politiche, unendole alle presidenziali previste fra oltre un anno. Forza la mano sull’alleato di comodo Bahçeli che suggeriva il 26 agosto e lancia un’election day per il 24 giugno. Ovviamente si prende la scena commentando che il passo...

    (19 Aprile 2018)

    Enrico Campofreda

    Le vite sospese nella Turchia incatenata

    La sospensione della vita per gli avversari di Erdogan passa anche attraverso la trafila di processi kafkiani messi in atto dal nuovo Atatürk anatolico che i politologi definiscono sultano. Non solo per la fede islamica irregimentata a sistema politico, ma per la personalizzazione con cui incarna una nazione e il suo popolo cui chiede anima e corpo. Questa sospensione può toccare tutti....

    (19 Febbraio 2018)

    Enrico Campofreda

    Erdogan incontra Francesco

    Benvenuto o meno, Erdogan è sbarcato a Roma come il più potente dei Presidenti, visti i tremilacinquecento poliziotti che blindano la città, dall’area attorno piazza San Pietro al Quirinale, passando per palazzo Chigi, dove incontra i rappresentanti della Città del Vaticano e dello Stato Italiano: papa Francesco, il presidente Mattarella, il premier Gentiloni. Dei...

    (5 Febbraio 2018)

    Enrico Campofreda

    Washington-Ankara: la guerra dei visti

    Scontro diplomatico a suon di visti fra Stati Uniti e Turchia, con un uno-due che da domenica (anche se solo ieri le agenzie hanno diffuso la notizia) vede bloccati i permessi d’ingresso fra i due Paesi per turismo, necessità sanitarie, commercio, lavoro e studio. L’Anadolu sostiene che ha iniziato Washington e ne è seguita la risposta di Ankara, nonostante nelle ore precedenti...

    (10 Ottobre 2017)

    Enrico Campofreda

    Erdogan, il patriota tagliatore di teste

    L’anniversario della paura trasformatasi in forza, torna a essere apoteosi dell’uomo simbolo dell’odierna Turchia. A lui si stringe la folla dei patrioti che ne approva tutta la furia seguente, ritrovandosi nel cuore della notte istanbuliota a ricordare l’orgoglio anti golpista e osannare un anno di vendette. Rivincite attuate e rappresaglie promesse: “Taglieremo la testa...

    (17 Luglio 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia in marcia per la giustizia

    La lunga marcia kemalista ha avuto successo. Quasi un mese di tragitto a piedi, partendo dal cuore anatolico della capitale per finire con un’immensa manifestazione sul Mar di Marmara. Sulla pur decentrata spianata di Maltepe, nella Istanbul asiatica ben lontana dal centro storico, l’omino bianco leader dei repubblicani, l’alevita Kiliçdaroglu, ha arringato non solo i propri...

    (10 Luglio 2017)

    Enrico Campofreda

    La Turchia cerca una mediazione fra le petromonarchie

    Il ministro degli Esteri turco Cavusoglu è volato in Kuwait per tessere una tela relazionale fra i Paesi del Golfo dopo la tensione che da due settimane ne contrappone alcuni al Qatar. A Kuwait City ha incontrato l’omologo locale Sabah Khaled al-Sabah con l’intento di creare una mediazione fra le case regnanti attualmente ai ferri corti. Ai funzionari qatarioti presenti all’incontro...

    (17 Giugno 2017)

    Enrico Campofreda

    Erdogan, i buchi neri del trono più grande

    Fra il successo storico proclamato dal mentore della Turchia del Terzo Millennio, i festeggiamenti e le prime esuberanze dei propri fan, i complimenti che sanno di promozione dei grandi che contano (Trump e Putin), compaiono i buchi neri d’una vittoria dimezzata. In testa le accuse diirregolarità su cui ha detto la sua la stessa Osce, che per bocca di osservatori locali afferma “talune...

    (18 Aprile 2017)

    Enrico Campofreda

    TURCHIA: UN PAESE SPACCATO IN DUE SI AFFIDA A UNA DITTATURA PERSONALE

    Questo l’esito del referendum in Turchia a spoglio praticamente completato SI%51.32, voti 24.734.963 NO %48.68, voti 23.460.681. L’affluenza è stata all’incirca dell’84% (su 55 milioni di iscritti, 48 milioni di voti validi) Con questo risultato che dimostra come il Paese sia spaccato in due l’esito concreto sarà questo:In ogni caso Erdogan avrà...

    (17 Aprile 2017)

    Franco Astengo

    Turchia, il presidenzialismo passa di strettissima misura

    Evet vince ma non libera Erdogan dall’incubo di un immenso hayir che diventa un muro di ventitre milioni e mezzo di contrari, il 48,67% del voto finale di un elettorato che ha raggiunto l’alta partecipazione dell’86%. Così il margine fra la Turchia che approva riforma e quella che la voleva respingere s’assottiglia a un milione duecentocinquantamila elettori, pochissimi...

    (16 Aprile 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia davanti al referendum di Erdogan

    S’approssima il voto popolare sul presidenzialismo turco. Nel fine settimana Erdogan s’è recato nella tana del lupo: l’Istanbul riottosa, laica, ribelle, colei che con la rivolta del Gezi park ha segnato l’avvìo della terza fase politica del percorso del premier e ora presidente, caratterizzata dallo scontro e dal dominio. Incondizionati. Quella, comunque, è...

    (11 Aprile 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia, il presidenzialismo batte sull’urna

    Il referendum turco, che domenica 16 deciderà se approvare la riforma costituzionale varata dal parlamento, ha un’onda lunga che s’agita sin da gennaio. I deputati del Meclis votavano i diciotto emendamenti dopo essersi scazzottati e gli attivisti del sì e del no ne hanno, in alcune circostanze, emulato le gesta. Il presidente in carica Erdogan, che da questa mutazione genetica...

    (6 Aprile 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia-Ue, se i nazisti siamo noi

    Sull’ennesimo ostracismo rivolto a politici del governo turco (l’ultimo ha riguardato della ministra della famiglia Fatma Betul Sayan Kaya, cui è stato impedito un incontro coi concittadini immigrati da temersi presso il Consolato turco di Rotterdam) torna a tuonare il presidente Erdogan. Non solo ha ripreso il refrain sul mai morto germe nazista usato nei giorni scorsi contro l’esecutivo...

    (13 Marzo 2017)

    Enrico Campofreda

    Erdogan: i divieti tedeschi odorano di nazismo

    Il battibecco a distanza fra Angela Merkel e Recep Tayyip Erdogan sta allargando l’orizzonte e rischia un attrito diplomatico di più ampie proporzioni. Ieri il presidente turco ha agitato lo spettro del nazismo, lanciando pesanti accuse all’intero establishment tedesco, a suo dire responsabile del divieto (seguito a quelli già espressi da Olanda e Austria) rivolto a membri...

    (6 Marzo 2017)

    Enrico Campofreda

    Caso Yucel, le vendette del sultano

    La vicenda che ha condotto da due settimane in carcere il giornalista tedesco di origine turca Deniz Yucel è di quelle che, coinvolgendo gli affari loschi di famiglia del presidente Erdogan, ha ricadute pesantissime. Il sultano da oltre un triennio è impegnato su due terreni di scontro politico-giudiziario. Il principale coinvolge l’accentramento autoritario del suo modello di...

    (28 Febbraio 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia, le acrobazie erdoganiane fra Putin e Trump

    In attesa della conferma referendaria di aprile, che può renderlo padrone assoluto delle Istituzioni turche, il presidente Erdogan tiene viva l’attività diplomatica con l’occhio sempre rivolto alla geopolitica. In questi giorni è volato in Africa (Tanzania, Mozambico, Madagascar) per scucire più che per tessere tele relazionali. L’intento è rivolto...

    (26 Gennaio 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia, ad aprile il referendum pro Erdogan

    Le mani dei deputati dell’Akp, strette a pugno o aperte, stavolta sono levate al cielo in segno di vittoria perché il pacchetto di emendamenti che trasforma il sistema parlamentare della Repubblica turca in sistema presidenziale è stato approvato con una maggioranza di 339 voti. E loro festeggiano e pregustano il consenso che il voto popolare potrà offrire attraverso il...

    (23 Gennaio 2017)

    Enrico Campofreda

    Istanbul, catturato il jihadista-papà

    Volto tumefatto da sicura punizione più che da ipotetica colluttazione Abdulgadir Masharipov, lo stragista uzbeko di Capodanno che aveva falciato 39 clienti del club Reina di Istanbul, è stato catturato stanotte nella parte europea della metropoli. Il quartiere dove si celava si chiama Esenyurt, in linea d’area una dozzina di chilometri più a ovest di Zeytinbyunu, l’area...

    (17 Gennaio 2017)

    Enrico Campofreda

    Turchia, il Parlamento inizia ad avallare il Partito-Stato

    Primi ritocchi costituzionali votati dal Parlamento di Ankara. S’è iniziato con due riforme: la prima soft che aggiunge 50 deputati ai precedenti 550, ed è giustificata dall’aumento del numero degli elettori. L’altra risulta già più invasiva, entrando nel merito del lavoro dei magistrati. Così l’articolo 9 della Carta perde l’aggettivo...

    (12 Gennaio 2017)

    Enrico Campofreda

    <<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    325303