il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Salvate la Sanità

Salvate la Sanità

(28 Novembre 2012) Enzo Apicella
Secondo Monti il sistema sanitario nazionale è a rischio se non si trovano nuove risorse

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

COBAS Sanità denuncia la situazione della Asl 12 Veneziana

(14 Aprile 2008)

l’incosciente scelta della dirigenza della Asl 12 Veneziana nell’essersi ridotta ad espletare, solamente in questi giorni, a trasloco al nuovo ospedale già avviato, le procedure di selezione di personale, in una situazione di già pesante carenza di organico che si trascina oramai da anni e con l’assenza di nuove dotazioni organiche;

la politica dell’Asl 12 nei confronti del personale, che costringe i lavoratori ospedalieri a massacranti turni di lavoro ed a disumani carichi di lavoro, senza alcuna sostituzione del personale in maternità o con malattie importanti.
L’applicazione, fra l’altro molto restrittiva e peggiorativa, dell’istituto del part-time, non essendo mai stata vincolata all’assunzione di altri operatori è andata ad aumentare anch’essa i carichi di lavoro;

l’assenza di veri piani di assunzione per il personale Infermieristico e gli Operatori Socio Sanitari. I piani assunzioni ‘07 e ‘08 hanno infatti individuato come esigenze prioritarie la copertura di posti relative ad altri profili professionali.
Nel corso del ‘06/07 ci risulta siano stati assunti una 30 di Infermieri e circa 45 Operatori socio sanitari: non sono di certo stati rimpiazzati gli operatori andati in pensione;

il forte processo di privatizzazione in atto: le cifre astronomiche ogni mese destinate all’attività libero professionale all’interno l’offerta di camere a pagamento di prossimo avvio nel nuovo ospedale dell’Angelo generano fondi sempre più consistenti, all’interno della Asl 12, da utilizzare con capitali privati, quindi società miste ed imprenditoria sanitaria privata;

il vergognoso ritardo di chi siede al tavolo delle trattative aziendali e non ha ancora, alla data di oggi, affrontato - o perlomeno non ha reso partecipi i lavoratori - circa l’articolazione di un nuovo orario di lavoro.

GIOVEDI’ 10 aprile si è svolta una riunione della RSU.
Al seguito di tutta una serie di provocazioni espresse chiaramente da parte dei sindacati concertatitivi nei confronti della nostra Organizzazione Sindacale, ove venivano ribadite le motivazioni “CHE NON TUTTE LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI POSSONO SEDERE AL TAVOLO DELLE TRATTATIVE CON L’AZIENDA”

…perché hanno veramente molto da nascondere ??!!

è stato quindi proposto anche a COBAS Sanità ed al Nursing Up di partecipare ai lavori di una nuova Commissione Tecnica, che inizierà a ritrovarsi martedì 22 aprile, sulle “nuove dotazioni organiche e l’organizzazione del lavoro”.
COBAS Sanità si augura vivamente che questa Commissione possa davvero servire, a differenza di altre precedenti commissioni tecniche, ad apportare qualche miglioramento nelle condizioni di lavoro per i dipendenti dell’Asl 12 e si mette pertanto a disposizione di TUTTI I LAVORATORI dei reparti e dei servizi di Venezia e Mestre per ricevere un quadro aggiornato riguardo:

tutte le carenze di figure professionali del comparto, comprese le necessità di sostituzione del personale femminile in maternità e le esigenze di adeguate integrazioni al personale in part-time;

i disagi lavorativi connessi all’organizzazione del lavoro ed alla mancanza di protocolli operativi, in particolare alle figure professionali Infermieri Professionali/Operatori Socio Sanitari.

13 aprile 2008

Comunicato COBAS Sanità Venezia

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

Ultime notizie dell'autore «Cobas Sanità Venezia»

5122