il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Uccidevano per divertirsi

Uccidevano per divertirsi

(28 Settembre 2010) Enzo Apicella
Soldati usa in Afghanistan

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

I crimini di guerra di Obama

(29 Agosto 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.campoantimperialista.it

Domenica 29 Agosto 2010 14:17
La Sinistra Radicale dell'Afghanistan sui documenti segreti diffusi da Wikileaks

I file segreti svelano la barbarie della missione USA/NATO in Afghanistan
La diffusione di importanti file segreti da parte di Wikileaks ha rivelato una volta di più la natura criminale e illegale della missione USA/NATO in Afghanistan, nonché documentato il vero compito delle truppe d'occupazione sotto il pretesto della "guerra al terrorismo" e della restaurazione della "pace e democrazia" in Afghanistan.

Questo servirà ad aprire gli occhi e le menti di coloro che si sono lasciati ingannare dall'amministrazione Obama sulla missione in Afghanistan e pensano che la guerra assicurerà davvero i loro interessi strategici in Afghanistan o nella regione.

Crediamo anche tuttavia che ci siano altri file segreti ancor più indicativi della natura criminale e sanguinosa dell'amministrazione Obama cui non è stato permesso di essere diffusi dai media.

Certamente dopo che sono passati 6 anni i documenti diffusi non sono aggiornati e militarmente sensibili come gli USA, i loro media e le loro organizzazioni vorrebbero farci credere. Tuttavia non sarebbe corretto ignorare il loro impatto sull'opinione pubblica né la divisione all'interno del campo imperialista. La diffusione di più di novantamila file attraverso i media solleverà nella pubblica opinione la questione delle politiche e delle pratiche aggressive degli USA specialmente in Afghanistan. I documenti ad esempio illustrano solo 150 casi di operazioni degli USA e dei loro alleati che sono finite scientemente in disastri umanitari, massacri e morti di civili in Afghanistan, nondimeno essi mettono in luce il disinteresse del governo americano nei confronti del popolo dal quale è stato "legittimato" tramite le "elezioni". E' tempo che il popolo americano che ha votato per l'attuale regime si rifiuti di pagare altro denaro e offrire altri dei suoi figli come soldati per questo regime brutale e fraudolento che ha cercato di nascondere la verità al popolo.

In effetti, la diffusione di novantamila documenti sui crimini e le azioni illegali degli USA sarebbero più che sufficienti per trascinare l'amministrazione Obama e tutte le istituzioni coinvolte davanti a un tribunale perché rendano conto alle vittime di guerra in Afghanistan.

E tuttavia, contrariamente alle pubbliche aspettative, i media a libro paga degli imperialisti, le istituzioni e le "organizzazioni per i diritti umani" come la "Commissione Afghana indipendente per i Diritti Umani", "Amnesty International", "Human Rights Watch", "Reporter senza frontiere", anziché sostenere Wikileaks che coraggiosamente si è attenuta a quello che dovrebbe essere il normale lavoro giornalistico di fornire informazioni reali alla gente, si sono tutte prontamente allineate col Pentagono e hanno condannato Wikileaks per aver esposto la natura criminale della missione di guerra USA in Afghanistan. Hanno ingiunto a Wikileaks di non rendere più pubblici i crimini degli USA invocando i "princìpi del giornalismo"!!

I documenti diffusi, pur non raccontando l'intera storia devono aprire gli occhi ai cittadini di Europa, Canada, Australia e Giappone perché chiedano con forza ai loro governi di interrompere la loro partecipazione e finanziamento a questa guerra illegale e criminale guidata dagli USA in Afghanistan, che non porta alcun progresso o sviluppo bensì molta più instabilità, morte, povertà, corruzione e traffico di stupefacenti di quanto ce ne fossero prima del 2001.

Sinistra Radicale dell'Afghanistan

Traduzione a cura del Campo Antimperialista

www.campoantimperialista.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Afghanistan occupato»

Ultime notizie dell'autore «Campo Antimperialista»

5063