il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Pomigliania

Pomigliania

(24 Giugno 2010) Enzo Apicella
Mentre la Lega rilancia la secessione della Padania, gli operai di Pomigliano fanno fallire il plebiscito richiesto dalla Fiat.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Una sentenza che conferma l'illegittimità della Legge Brunetta

(20 Settembre 2011)

Il tribunale del lavoro di Livorno accogliendo il ricorso di alcune lavoratrici ha emesso una importante sentenza riinviando alla Corte Costituzionale e al Parlamento l'intero decreto Brunetta giudicandone l'art 71 in palese contrasto con la Costituzione

L'articolo 71 della legge 133 che prevede la decurtazione salariale per i primi giorni di malattia viene giudicato incostituzionale da questa sentenza del tribunale di Livorno. Ricordiamo cosa questo articolo prevede: «per i periodi di assenza per malattia, di qualunque durata, ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni, nei primi 10 giorni di assenza è corrisposto il trattamento economico fondamentale con esclusione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonchè di ogni altro trattamento accessorio".

L'intento di Brunetta, con il tacito assenso di Uil, Cisl e Ugl, era quello di colpire i dipendenti pubblici trasformando la malattia in una sorta di punizione contraddicendo quell 'articolo 36 della Costituzione che prevede una retribuzione proporzionata ed in ogni caso sufficiente a garantire un'esistenza libera e dignitosa. La campagna denigratoria contro i dipendenti pubblici (fannulloni e assenteisti era, anzi è, l'accusa più ricorrente) è servita per tagliare fondi agli enti locali e alla sanità, per bloccare i salari e la contrattazione, per privatizzare i servizi (proprio come la Manovra economica di questi giorni sta facendo).

Una campagna denigratoria per presentare i dipendenti pubblici come dei garantiti, per colpirli con maggiore ferocia e darli in pasto ad una opinione pubblica manipolata ogni giorno da una campagna mediatica disnformatrice. E in questo clima di caccia alle streghe , Il Governo ha potuto espellere in silenzio migliaia di lavoratori e lavoratrici precari\e, bloccati i contratti per 4 anni

Non sappiamo che fine farà questa ordinanza di rinvio alla Corte Costituzionale, rimane il fatto che 'Privare durante la malattia un lavoratore di parte dello stipendio e della retribuzione globale di fatto fa venire meno i mezzi di mantenimento e assistenza al cittadino in quel momento inabile al lavoro'.

E la Legge Brunetta, grazie anche a questa sentenza coraggiosa ,viene presentata per quella che è, ossia un attacco al salario dei dipendenti pubblici e alle loro condizioni di vita e di lavoro e contro questa legge bisogna tornare a mobilitarci

FEDERICO GIUSTI
COBAS COMUNE PISA

8916