il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fincantieri

Fincantieri

(28 Maggio 2011) Enzo Apicella
Fincantieri chiude gli stabilimenti di Sestri Ponente e di Castellammare di Stabbia e annuncia 2.500 licenziamenti.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

COMUNE DI GENOVA, “NO MONTI DAY”: IL 27 OTTOBRE TUTTI A ROMA

(23 Ottobre 2012)

logousbpurepergen

Genova – martedì, 23 ottobre 2012

Con la Legge di Stabilità varata dal Consiglio dei ministri il 9 ottobre continua la sistematica devastazione con cui, in poco più di un anno, il governo ha attaccato a fondo ogni aspetto delle condizioni di vita e di lavoro di categorie via via sempre più ampie di lavoratori salariati.

IN PARTICOLARE PER I DIPENDENTI DEGLI ENTI LOCALI SONO STABILITI:

· il blocco degli stipendi, prorogato a tutto il 2014;

· la conferma del blocco dei contratti, con voci alterne e preoccupanti sul mancato ripristino più o meno prolungato della vacanza contrattuale e la possibilità che i contratti rimangano fermi fino al 2017;

· il taglio di 2,2 miliardi, aggiuntivo alla “spending review” di luglio, richiesto a Comuni, Province e Regioni per il 2013;

· la minaccia di decurtazione del 50% dello stipendio nelle giornate di permesso per L.104/92 a cui si aggiunge il recente taglio del buono pasto che, “livellato” a 7€ per tutti, per gran parte dei lavoratori comunali significa circa 50€ in meno in busta paga.

Inoltre:

· nuovi tagli per 600 milioni di euro al fondo sanitario nazionale del 2013 che, sommati a quelli passati, compromettono sempre più seriamente la qualità dei servizi resi alla cittadinanza;

· aumento dell’IVA nel 2013, che essendo uguale per tutti colpisce maggiormente le fasce di cittadini economicamente più deboli;

· peggioramento delle agevolazioni fiscali per i redditi superiori a 15.000€ con l’introduzione di una franchigia di 250€ per alcune deduzioni e detrazioni, che ovviamente peserà molto poco sulle fasce di reddito alte, ma parecchio su quelle a filo dei 15.000€, annullando i pochi benefici della riduzione di un punto delle aliquote IRPEF.

Dopo aver predisposto gli strumenti normativi atti a licenziare masse di lavoratori stabili nel pubblico impiego, attivando le procedure di mobilità coatta previste dalla legge Brunetta, il governo Monti-Napolitano prosegue sistematicamente la sua azione contro i lavoratori, animato inoltre dalla volontà di azzerare le risorse di bilancio destinate alla spesa sociale, allo scopo di impoverire ulteriormente categorie sempre più ampie di cittadini: non solo lavoratori salariati pubblici e privati, ma anche giovani e disoccupati, pensionati e invalidi.



È DUNQUE IMPORTANTISSIMO PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DEL 27 OTTOBRE
COME OCCASIONE PER DARE MASSIMA VISIBILITA’ ALLA LOTTA E ALLA PROTESTA
CONTRO IL GOVERNO E LE SUE POLITICHE ANTISOCIALI


MA AFFINCHE’ TALE INIZIATIVA NON SI RIDUCA A MERA RAPPRESENTAZIONE CELEBRATIVA DEL DISSENSO


· è necessario rendersi conto che gli strumenti della concertazione si sono rivelati profondamente dannosi per i lavoratori e che non rimane più spazio per alcuna trattativa

· è necessario privare di ogni sostegno tutti i sindacati complici del peggioramento delle condizioni di vita generali

· è necessario abbandonare l’ottica di chi “difende soltanto il proprio giardino” perché ormai è sotto gli occhi di tutti, anche di quelli che preferiscono non vedere, che non ci sono più garanzie per nessuno

· è necessario che la lotta prosegua giorno per giorno, in ogni posto di lavoro, in ogni piazza, mettendo da parte la paura e praticando il conflitto.



per Roma: partenza in pullman da Via Dino Col ore 5.45 / Piazza della Vittoria ore 6.00. Costo 25€; gratis per gli iscritti



Genova, 22.10.2012

U.S.B. Liguria

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Lotte operaie nella crisi»

Ultime notizie dell'autore «USB Unione Sindacale di Base»

5957