il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Come il gatto col topo

Come il gatto col topo

(24 Marzo 2010) Enzo Apicella
Le dichiarazioni Usa non cambiano la politica di Israele sugli insediamenti a Gerusalemme est

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Lander da ieri sera è in Spagna, estradato in fretta e furia dall'Italia

(28 Aprile 2013)

landersp

Fernandez Arrinda, Lander, e' arrivato nel tardo pomeriggio a Madrid, estradato dall'Italia dove era agli arresti domiciliari a Roma dall'estate dello scorso anno.
Arrinda, 33 anni, era stato condannato a tre anni e mezzo di carcere per l'incendio di un autobus a Bilbao. Nella circostanza non ci furono vittime tra i passeggeri. Nel 2002 era stato arrestato in Francia per possesso di armi e documenti falsi e scarcerato nel 2008. Lo scorso anno, in seguito a un mandato di cattura internazionale per terrorismo, fu individuato a Roma e posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione nel quartiere Garbatella. All'inizio di aprile e' stata concessa l'estradizione su richiesta del Governo spagnolo.

Fino all’ultimo ci sono state iniziative per tentare di bloccare la sua estradizione. Ieri, dopo un sit in nei pressi della Questura c’è stato un corteo che ha raggiunto l'ambasciata spagnola. Un gruppo di senatori e deputati, sempre ieri, avevano chiesto il differimento della misura “per avere il tempo di fare una richiesta di sospensiva al Tar – spiega il suo avvocato Arturo Salerni - e sembrava ci fossero segnali positivi. Poi nel primo pomeriggio la situazione e' precipitata e il mio assistito e' stato portato in aeroporto. Quando sara' in Spagna sara' processato''.
Lander Fernandez e' accusato di aver partecipato nel 2002 a un corteo a Bilbao a sostegno dell'Eta. Durante gli scontri venne dato alle fiamme un autobus. ''Noi riteniamo che si trattasse di un danneggiamento di un autobus e volevamo far ricorso all'articolo 26 della Costituzione – aggiunge Salerni - che vieta l'estradizione per reati politici, ma il reato e' stato qualificato come piu' grave, ovvero incendio''. L'ok della Cassazione all'estradizione era arrivato il 17 aprile scorso. Nel corso della giornata, prima sotto la questura poi per le vie del centro di Roma, si e' svolta una manifestazione di protesta per dire no all'estradizione del giovane basco.

Fabrizio Salvatori - controlacrisi.org

6887