il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

No Tav

No Tav

(4 Dicembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La Val di Susa contro l'alta voracità)

No Tav, Dosio in un video: "La gente è con noi, andiamo avanti"

(7 Agosto 2013)

nodosio

“La gente è con noi. Quasi commovente. Andiamo avanti nella lotta”. Nicoletta Dosio, una delle attiviste del gruppo fermato ieri, e leader del movimento No Tav, ha diffuso su you tube (video) un videomessaggio per ribadire che il movimento ''sta dalla parte della ragione'' e non cessera' le sue azioni di contrasto alla linea ferroviaria ad alta velocita' Torino-Lione. ''Ieri - ha detto riferendosi ai fermi e agli arresti di ieri per il blocco dell'autostrada A32 - la gente era con noi, ed e' stato un momento quasi commovente. Abbiamo capito che la gente e' con noi, che la gente ha compreso le ragioni della nostra lotta. Continueremo, e vinceremo''.

Stamane si sono svolti gli interrogatori ai 3 arrestati ai quali e’ stato convalidato l’arresto, assistiti dagli avvocati del Legal Team, si trovano ora in carcere. Gabriele Gatto, 23 anni, di Pederobba (Treviso), Domenico Piscella, 31 anni, di Bologna, e Gaia Taino, 24 anni, di Novate Milanese (Milano), accusati di violenza privata, resistenza e blocco stradale con l'aggravante del travisamento, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

La Questura di Torino ha emesso un comunicato in cui elenca i 7 fogli di via (della durata di tre e due anni) e la posizione di un ragazzo spagnolo che sara’ espulso dall’Italia. “Nel comunicato, immancabile il tentativo di dipingere i No Tav – si legge sul sito del movimento - come mostri a tre teste che avrebbero potuto causare gravi incidenti con il blocco dell’autostrada…anche questa volta, pero’, tale eventualita’ non si e’ verificata, ma tutto fa brodo quando si ha l’obiettivo di dipingere il movimento come il nemico pubblico numero uno!”. I No Tav ricordano che nella notte tra il 2 e il 3 agosto è avvenuta un’intrusione nella sede di Bussoleno (TO) della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone che ha provocato la forzatura del cancello principale e di alcuni infissi, il furto di un personal computer, il danneggiamento di 3 autovetture dell’ente, con taglio di pneumatici e rottura di parti nell’abitacolo. “Evidentemente questa e’ una notizia – commentano - che la nostra stampa locale non vuole dare, ma noi crediamo che sia un fatto molto grave, che va ad aggiungersi a diversi attacchi, alcuni anche pericolosi, che ci sono stati a danni di attivisti nel movimento nei giorni scorsi. Evidentemente fa piu’ notizia, o raccoglie piu’ consensi tra i potenti di turno, sbattere in prima pagine le lettere farlocche che Esposito denuncia, piuttosto che riportare cio’ che la lobby del Tav commette quotidianamente in Val di Susa (vi dicono qualcosa i presidi bruciati?)”

Per sabato prossimo e' annunciata una nuova iniziativa: ''La protesta non ha eta'''.

fabio sebastiani - controlacrisi

4650