il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e ambiente    (Visualizza la Mappa del sito )

Vota SI'

Vota SI'

(7 Giugno 2011) Enzo Apicella
Il 12 e 13 giugno vota SI' ai referendum

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Referendum 12 e 13 giugno 2011

(59 notizie dal 23 Maggio 2010 al 18 Giugno 2011 - pagina 1 di 3)

Una boccata d'ossigeno popolare

E' stato un decennio duro, in cui abbiamo dovuto spesso arretrare la linea di contenimento dei continui attacchi portati dal capitalismo italiano, dai governi succedutisi, contro le condizioni di vita delle classi lavoratrici italiane. Le recenti aggressioni legislative a beni comuni quali l'acqua pubblica e l'imposizione dell'energia nucleare al puro scopo di trarne profitto, incuranti della salute...

(18 Giugno 2011)

Segreteria Nazionale Federazione dei Comunisti Anarchici

Lezioni dal referendum

Cancellati il piano nucleare, la privatizzazione dell’acqua e l’impunità dei governanti. La schiacciante vittoria nei referendum infligge un duro colpo alla politica neoliberista e delegittima il governo berlusconi. Intensifichiamo la lotta di massa per cacciarlo!

Con il quadruplo referendum del 12 e 13 giugno, il popolo italiano ha fermato il piano di costruzione di centrali nucleari voluto dal governo Berlusconi, ha impedito la privatizzazione dell’acqua e la garanzia di profitto sulle tariffe del servizio idrico; ha inoltre cancellato la legge sul “legittimo impedimento” che salvava il presidente del Consiglio dei ministri e i ministri...

(18 Giugno 2011)

Piattaforma Comunista

Alcune riflessioni post referendarie.

Nei commenti post referendum  molti si sono domandati cosa significa il  numero dei votanti raggiunto pari 57% degli aventi diritto (in realtà un po’ meno visto   i votanti residenti all’estero). Più di un commentatore  ha sottolineato che questa percentuale è stata possibile grazie anche all’elettorato  che vota  Lega e Pdl. Che...

(17 Giugno 2011)

Raniero Germano USB Vicenza

Il referendum su acqua e servizi pubblici locali visto da Roma

La vittoria del Sì ai referendum del 12 e 13 giugno è un giudizio tombale su ogni decisione di privatizzare i servizi pubblici locali. La sconfitta è clamorosa per il Governo Berlusconi e per gli amministratori delle varie città che hanno puntato in questi anni a vendere se possibile l’intero patrimonio pubblico. Ma a Roma viene assumendo un significato molto particolare. Giunte...

(16 Giugno 2011)

Vincenzo Bellini - Contropiano

Il fmi perde l'acqua e l'atomo, ma non il vizio

I risultati dei referendum hanno messo in ulteriore difficoltà non soltanto il governo Berlusconi, ma anche la rappresentazione di esso offerta da una parte consistente della stampa di "opposizione". Il quotidiano "La Repubblica" dovrà, ad esempio, una buona volta spiegarci come possa essere definito "populista" un regime che ha lanciato provvedimenti di assoluta impopolarità...

(16 Giugno 2011)

Comidad

Vittoria dei SI: nulla sarà più completamente come prima

Certamente una vittoria, gli italiani si sono espressi inequivocabilmente. Ben oltre le previsioni, ha votato il 57% degli elettori, che sono tantissimi soprattutto se si pensa che in questi ultimi sedici anni la percentuale di voti ai referendum si era sempre attestata ben al di sotto del fatidico quorum. Si è espressa con circa il 95% dei SI a tutti e quattro i referendum, che significa...

(15 Giugno 2011)

Mimmo Vasapollo - Rete dei Comunisti

Referendum acqua bene pubblico, un po’ di chiarezza.

Gli sconfitti da questo Referendum sono molti e non solo il Governo. Gli sconfitti da questo Referendum sono tutti coloro che hanno fatto dell’ideologia del mercato il nuovo credo politico. Tutti coloro che hanno votato SI per dire no all’obbligo di privatizzare l’acqua per farla diventare una merce da cui ricavare profitto, hanno votato in realtà perché l’acqua...

(15 Giugno 2011)

Associazione Culturale CASA ROSSA

Referendum. Un "noi" completamente diverso da "loro"

Troppo facile individuare chi ha perso e dire che è finita una stagione. L'evidenza non ammette repliche, e solo un La Russa o una Santanché possono provarci con indubbi effetti comici. Ogni commentatore ha preso dalla schiacciante vittoria referendaria (sottolineo: schiacciante) quel che più gli serviva o tranquillizzava. Lungi da cercare di dare una sintesi, vorrei invece sottoporre...

(14 Giugno 2011)

Dante Barontini - Contropiano

Referendum: dalle urne una risposta definitiva a chi voleva spalancare le porte alle privatizzazioni del sociale

Abbiamo sostenuto la battaglia referendaria. Ora difenderemo l’irreversibilità della scelta popolare

Nazionale – martedì, 14 giugno 2011 Il superamento alla grande del quorum e la valanga dei SI sono un risultato eccezionale, merito dei Comitati che hanno promosso i referendum e della mobilitazione di massa, che hanno fatto fallire tutti i tentativi di boicottaggio. L’Unione Sindacale di Base, che ha sostenuto con forza la battaglia referendaria, è doppiamente soddisfatta...

(14 Giugno 2011)

USB Unione Sindacale di Base

Si può fare! Una valanga di Si sommerge il governo e i liberisti della ‘opposizione’

13-06-2011/17:47 --- Uffici elettorali fermi per tutta la giornata di ieri a Napoli e a Castellammare di Stabia e quindi impossibilità per molti cittadini di ricevere le copie dei propri certificati elettorali e di poter votare. Seggi scomparsi e trasferiti senza alcun avvertimento ai votanti. Altri seggi con l’ascensore improvvisamente fuoriuso e dove i presidenti si sono rifiutati di...

(13 Giugno 2011)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Dalle urne alle piazze: via berlusconi, per una vera alternativa!

La grande vittoria referendaria conferma la domanda di svolta della maggioranza della società italiana, ben al di là dell'importante merito dei quesiti. A pochi giorni dalle elezioni amministrative, il governo Berlusconi-Bossi subisce un secondo pesante rovescio. Ora è il momento della spallata definitiva. La pretesa di Berlusconi di restare in sella come se nulla fosse accaduto...

(13 Giugno 2011)

MARCO FERRANDO

13.06.11 - Vince il popolo dei beni comuni, perdono i 4B

Ha vinto il popolo dei beni comuni, quel popolo che dice no alla privatizzazione dell’acqua così come alla distruzione della natura, della salute delle persone e dei loro diritti, nel nome del profitto. Questo è il primo chiaro segnale che viene dall’eccezionale risultato di partecipazione del referendum. Ha vinto il popolo che vuole la democrazia, i diritti, il lavoro e...

(13 Giugno 2011)

Giorgio Cremaschi

Una grande vittoria, un grande segnale popolare per difendere i servizi pubblici, per tutelare l'acqua come bene di tutti e per rilanciare le energie rinnovabili contro le centrali nucleari

Nazionale – lunedì, 13 giugno 2011 Il superamento alla grande del quorum e la valanga dei SI sono un risultato eccezionale, merito dei Comitati che hanno promosso i referendum e della mobilitazione di massa che hanno fatto fallire tutti i tentativi di boicottarli con il rifiuto ad accorpare il referendum con le amministrative, le pubbliche prese di posizione dei leader dei partiti di...

(13 Giugno 2011)

USB Unione Sindacale di Base

Vittoria referendaria del 12-13 giugno 2011

Tutti i 4 referendum sono sopra il 57% di quorum il S I è al 95 % HASTA LA VICTORIA !!!!! Il quorum è vinto ! Con oltre il 50%gli italiani hanno deciso che l’acqua e l’ energia sono beni comuni sottratti al profitto e ai disastri mortali. Questo eccellente risultato era atteso . in quanto frutto della volontà popolare che sta imparando a proprie spese che il cambiamento...

(13 Giugno 2011)

Confederazione Cobas

Tutti al voto

Le prime proiezioni sulla partecipazione al voto per i referendum sono incoraggianti. La percentuale dell'oltre 11% alle ore 12 della Domenica corrisponde alle percentuali registrate a suo tempo, nelle medesime ore, in occasione di referendum approvati. Ma siamo ancora al livello di guardia, e le incognite restano alte. Per questo facciamo appello in queste ore alla massima partecipazione al voto,...

(12 Giugno 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Tutti al voto (e nessuno in lotta)!

Come speriamo sia noto a chi ci segue, il nostro microbico Nucleo non partecipa nelle presenti situazioni di fatto (“scelte” e forze sociali e politiche in campo) ad alcun tipo di consultazione elettorale, referendaria compresa. Non si tratta di un a-priori “di principio” valido in assoluto (e in tanto parliamo di esame concreto delle situazioni concrete), non escludendo noi...

(12 Giugno 2011)

Nucleo Comunista Internazionalista

Il referendum non basta

Sono ormai decenni che il capitalismo, per difendere i profitti, tra le altre cose ha esasperato l’aspetto predatorio-speculativo insito nella sua natura, accentuando la mercificazione di ogni aspetto della vita — anche a discapito delle più banali forme di convivenza — e portando il pianeta pericolosamente vicino alla catastrofe ambientale generalizzata. L’ideologia...

(12 Giugno 2011)

Battaglia Comunista

12-13 giugno – per i 4 referendum 4 sì di classe !

Il Circolo Comunista di Parma – CCP, fa appello alla classe operaia, ai lavoratori, ai giovani, a tutto il movimento popolare perché si rechino il 12-13 Giugno alle urne votando 4 SI’ ai referendum sul nucleare,acqua pubblica (2) e sul legittimo impedimento (uno dei provvedimenti fatto su misura dal governo Berlusconi per rendere ancora più blindata la sua politica antipopolare...

(12 Giugno 2011)

Circolo Comunista di Parma

Il referendum fa paura: repressione e censura contro i sostenitori del SI

10-06-2011/13:00 --- Grande mobilitazione in tutta Italia in vista dell'appuntamento referendario di domenica e lunedì. L'ultima settimana di campagna referendaria è stata, e continuerà ad essere anche per oggi e domani, un concentrato di iniziative: flash mob, concerti e appuntamenti informativi si svolgeranno in ogni angolo del Paese. Già questa mattina, attivisti di...

(10 Giugno 2011)

Marina D'Ecclesiis, Radio Città Aperta

REFERENDUM: “4 SI”… ed oltre !

Il Si nel voto del 12 e 13 giugno è solo un passaggio particolare della lotta contro la follia del nucleare, contro un’ulteriore articolazione dei processi di privatizzazioni dei servizi e dei beni pubblici e contro le già avanzate trasformazioni in senso autoritario e repressivo dello Stato e delle istituzioni. Inoltre nel contesto attuale segnato dai recenti risultati delle...

(10 Giugno 2011)

SLAI COBAS – COORDINAMENTO NAZIONALE

<<   | 1 | 2 | 3 |    >>

50906