il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Senato: ok to F35

Senato: ok to F35

(17 Luglio 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

Niscemi: Consiglio popolare Vs Consiglio comunale

(18 Agosto 2013)

consiglpop

Continua la battaglia contro la costruzione del Muos: in Sicilia e in tutta Italia ormai, ma soprattutto a Niscemi. Dopo l'annuncio da parte del governo regionale siciliano del "via" ai lavori di completamento delle antenne statunitensi (la celebre "revoca della revoca") il Comitato Nomuos di Niscemi aveva occupato la sede del Consiglio comunale della città, sede attualmente occupata.

L'iniziativa inizialmente appoggiata anche dalle istituzioni locali viene oggi posta sotto minaccia dalle stesse: viene infatti resa pubblica la notizia della richiesta ufficiale di "sgombero" resa alla digos da parte del Consiglio comunale di Niscemi. L'ennesimo voltafaccia dunque da parte di politici senza scrupoli. La richiesta, partita dopo una riunione straordinaria di un paio di giorni fa, stride infatti con le prime prese di posizione da parte di sindaco e presidente del consiglio che si dissero solidali con gli occupanti. Di fronte alle richieste di una netta presa di posizione dell'amministrazione sul Muos, la risposta è arrivata forte e chiara: il consiglio comunale (di larga composizione crocettiana) è contro i NoMuos!

L'allerta per un possibile sgombero coatto è ora alta: il 19 è prevista una seduta del Consiglio, ancora una volta senza alcun punto all'ordine del giorno riguardante il Muos, e si pensa possa essere quella una potenziale scadenza per compiere quest'ennesimo atto repressivo.

Ma intanto il Movimento NoMuos non sta a guardare. Ieri sera si è svolta una seduta in aula del Consiglio Popolare di Niscemi, "istituito" dagli occupanti in contrapposizione a quello ufficiale. Di fornte alle minacce i militanti dei comitati hanno prevedibilmente scelto di non farsi intimidire e di portare avanti l'occupazione (che dura da ormai quasi tre settimane) nonostante, appunto, l'incombente minaccia.

Si sa, nella contrapposizione dichiarata si definiscono nettamente gli schieramenti. E se le istituzioni locali, regionali, nazionali attaccano il Movimento NoMuos, evidentemente scelgono di stare con le sue controparti.

Infoaut

7023