">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

ILVA

ILVA

(4 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il saccheggio del territorio)

Dalla Val di Susa alla Campania. Popoli e territori ribelli

(15 Novembre 2013)

popoliribelli

Sabato 16 novembre, ci saranno in contemporanea in Italia due grandi manifestazioni popolari e di lotta.

A Susa ci sarà una marcia pacifica per ribadire il diritto ad opporsi al TAV senza venire criminalizzati e contro l’occupazione militare della Val di Susa e a Napoli, capitale immorale della Terra dei fuochi, una grande manifestazione contro il biocidio mafioso di quella e di tutte le terre. La data comune del 16 novembre segna – purtroppo per i potenti ed i lobbysti italiani – una nuova unione, fra il Movimento più di lunga data (il NOTAV) e quello più nuovo e nella più grave emergenza (la Terra dei Fuochi). L’unione non è semplice solidarietà, ma è consapevolezza delle radici comuni di queste lotte: no alla distruzione ed avvelenamento del bene comune terra, no alla mafia delle grandi e piccole opere, no al furto del denaro pubblico.

Il popolo NOTAV consegna idealmente al popolo della Terra dei Fuochi ed ai terremotati e senza casa dell’Aquila un grande assegno da 26 miliardi di euro. E’ una cifra simbolica (e anche l’assegno perchè alle banche non diamo un soldo!), dato che il TAV, se fosse costruito, costerebbe probabilmente assai di più. Ma dalla Valsusa la sua gente si impegna a lottare affinché quei soldi pubblici non vadano sperperati in un’opera inutile, dannosa e mafiosa. Sta al popolo dell’Aquila e della Terra dei Fuochi, così come tutte le altre realtà in lotta alle quali questo Stato scellerato sottrae i propri stessi soldi negando le risorse pubbliche, a passare all’incasso a Roma.

Non vogliamo che l’Italia diventati tutta una grande opera inutile, dannosa e mafiosa: dobbiamo lottare per noi e per i nostri figli, per non essere ricordati come la generazione dei distruttori della Terra. Unendo le lotte determinati e consapevoli che indietro non ci faranno più tornare. In Val di Susa l'appuntamento è alle ore 13.00 in Piazza D'Armi a Usa.

Sempre il 16 Novembre, con partenza alle 14.30 in piazza Mancini a Napoli, in corteo contro il biocidio ci “saranno i cittadini. Non certo i partiti. Non certo i responsabili del disastro ambientale che affligge e sconvolge la Campania” così declina la piattaforma per una manifestazione popolare che si annuncia imponente. Il 16 Novembre sarà un momento delle persone, di tutti quelli che, in questi anni, come singoli o riuniti in comitati, hanno denunciato ed approfondito il tema del Biocidio. “Attenzione a confondere #fiumeinpiena con gruppi politici o partiti. Attenzione ad associare simboli e manifesti che non appartengono al movimento e che richiamano, direttamente o indirettamente, i partiti. Noi non possiamo che dissociarci, perché è evidente che un gruppo di - lo ribadiamo ancora una volta - ragazzi non può impedire in alcun modo a gruppi radicati nel territorio e nella società come i partiti di riprendere il nostro nome”. Viene così riaffermato che il 16 Novembre saremo in piazza come persone. Pure e semplici. Senza alcun tipo di simbolo partitico” saranno ammessi solo i gonfaloni dei comuni perchè rappresentano la cittadinanza e la Città intesa come comunità. Non i partiti al potere, non l’uomo o il gruppo politico. Ma il cittadino comune. Per questo motivo non ci siamo mai detti contro (ma nemmeno per) la loro presenza. Noi di #fiumeinpiena ci stiamo impegnando perché il 16 Novembre rappresenti una svolta per tutti. Non per noi, non per i partiti. Ma per la comunità: la stessa comunità in cui siamo cresciuti e che abbiamo imparato ad amare e a rispettare”.


Informatevi e seguite le manifestazioni su : www.notav.info e http://www.fiumeinpiena.it/

Federico Rucco - Contropiano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il saccheggio del territorio»

Ultime notizie dell'autore «Contropiano / Rete dei comunisti»

10653