il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

VERSO L'8 MARZO. ALL'ASCOLTO DI SIMONE DE BEAUVOIR

(4 Marzo 2014)

simonede

Lunedì 3 marzo 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" si è svolto un incontro di studio sulla grande pensatrice, scrittrice e militante francese Simone de Beauvoir.
Nel corso dell'incontro sono stati letti e commentati alcuni brani dalle sue opere maggiori.
L'incontro era parte di un ciclo di incontri di riflessione sul pensiero e sulle lotte delle donne in preparazione dell'8 marzo, giornata internazionale di lotta per la liberazione delle donne, e quindi dell'intera umanità.
*
Simone de Beauvoir è nata a Parigi nel 1908; è stata protagonista, insieme con Jean-Paul Sartre, dell'esistenzialismo e delle vicende della cultura, della vita civile, delle lotte politiche francesi e mondiali dagli anni Trenta fino alla scomparsa (Sartre è morto nel 1980, Simone de Beauvoir nel 1986). Antifascista, femminista, impegnata nei movimenti per i diritti civili, la liberazione dei popoli, di contestazione e di solidarietà, è stata anche lucida testimone delle vicende e degli ambienti intellettuali di cui è stata partecipe e protagonista. Opere di Simone de Beauvoir: pressoché tutti i suoi scritti sono stati tradotti in italiano e più volte ristampati; tra i romanzi si veda particolarmente: Il sangue degli altri (Mondadori), Tutti gli uomini sono mortali (Mondadori), I mandarini (Einaudi); tra i saggi: Il secondo sesso (Il Saggiatore e Mondadori), La terza età (Einaudi), e la raccolta Quando tutte le donne del mondo... (Einaudi). La minuziosa autobiografia (che è anche un grande affresco sulla vita culturale e le lotte politiche e sociali in Francia, e non solo in Francia, attraverso il secolo) si compone di Memorie d'una ragazza perbene, L'età forte, La forza delle cose, A conti fatti, cui vanno aggiunti i libri sulla scomparsa della madre, Una morte dolcissima, e sulla scomparsa di Sartre, La cerimonia degli addii, tutti presso Einaudi. Opere su Simone de Beauvoir: Enza Biagini, Simone de Beauvoir, La Nuova Italia, Firenze 1982 (cui si rinvia per una bibliografia critica ragionata).
*
Le persone partecipanti all'incontro hanno espresso ancora una volta un persuaso impegno contro la guerra e le uccisioni, contro la violenza maschilista e patriarcale, contro la devastazione della biosfera, contro il razzismo e tutte le persecuzioni.
Nel ricordo e all'ascolto di Simone de Beauvoir continui la lotta per l'eguaglianza di diritti di tutti gli esseri umani, per la solidarietà che ogni essere umano riconosce e raggiunge, per la liberazione dell'umanità da tutte le menzogne e le oppressioni.
Nel ricordo e all'ascolto di Simone de Beauvoir con voce, con sguardo, con volto di donna la nonviolenza è in cammino.


Viterbo, 3 marzo 2014

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La nostra storia»

Ultime notizie dell'autore «"Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo»

5666