il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Terroristi

Terroristi

(4 Gennaio 2011) Enzo Apicella
Dopo Pomigliano anche a Mirafiori il ricatto di Marchionne: o lavorare schiavi o non lavorare più

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Invito alla lettura di Scintilla n. 102 - ottobre 2019
    (15 Ottobre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Capitale e lavoro)

    • 18 Ottobre 2019 - Mestre (VE)
      Contro lo sfruttamento del lavoro e della natura, contro repressione e militarismo, per un fronte di lotta anti-capitalista

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Comunicato del CSA Vittoria per gli operai di Pomigliano e Nola

    (8 Luglio 2016)

    csa vittoria

    Come compagni e compagne del CSA Vittoria esprimiamo vicinanza ideale e solidarietà di classe ai lavoratori FCA licenziati per aver manifestato contro Marchionne e denunciato le responsabilità per i suicidi di operai delle fabbriche di Pomigliano e Nola.

    Una vera e propria rappresaglia padronale che ha colpito compagni da sempre attivi e protagonisti delle lotte operaie contro il "metodo Marchionne", fatto di deportazioni in reparti confino, intimidazioni, ritmi di lavoro massacranti e turni insostenibili, cassa integrazione.

    Una storia di sfruttamento esemplare, direttamente proporzionale alla necessità del padronato di ottenere livelli di profitto in un periodo di crisi strutturale del modo di produzione capitalistico.

    Una storia che non può tollerare critiche e che reagisce con ogni strumento e pretesto possibile per piegare la resistenza operaia.

    Una storia che brutalmente descrive la cifra attuale del capitalismo (precarietà, distruzione delle tutele, ipersfruttamento dei lavoratori) esemplificando il fine coerente che il padronato consegue (il profitto) rimuovendo ogni ostacolo che si para, in primis la lotta dei lavoratori.

    A ciò si unisce una vicenda processuale che disvela la limitatezza dello strumento legale per la sostanziale subordinazione, anche culturale, della magistratura nel salvaguardare i profitti padronali e gli interessi del capitale.

    Ci uniamo quindi ai tanti lavoratori e lavoratrici, ai compagni e compagne che stanno dimostrando in queste ore con determinazione forte solidarietà ai licenziati politici FCA in vista del processo di Appello del 20 settembre.

    A fianco di chi resiste! A fianco di chi lotta!

    La solidarietà è un'arma!

    i compagni e le compagne del Csa Vittoria

    3734