il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

ITALIAni BRUCIAno

ITALIAni BRUCIAno

(21 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Pubblico Impiego: da Perugia un'altra spinta al cambiamento

(23 Aprile 2018)

Perugia - 14.04.2018

Coordinamento P.I di Perugia con delegati del Coordinamento Nazionale

nuovo si cobas

Alla riunione hanno preso parte lavoratori della Sanità Pubblica.

L'attività dei nostri compagni tra i lavoratori della sanità è di antico insediamento.

E' stato uno dei primi comitati ad intervenire in questo settore.

Ne è testimonianza la presentazione di liste per la RSU in due realtà: una territoriale e l'altra ospedaliera.

Il nostro intervento sconta il peso delle organizzazioni della sinistra che hanno un taglio decisamente clientelare e familistico nella sanità pubblica.

Questo assetto di potere riduce anche gli spazi di agibilità politica e sindacale.

E' stata affrontata l'analisi del contratto ancora in via di validazione referendaria, che ovviamente si ridurrà a pura forma.

Uno dei punti più controversi è su come svolgere una corretta denuncia del clientelismo che di fatto viene ampiamente assunto e normato nel contratto che lascia amplissimi varchi alla discrezionalità di giudizio delle direzioni.

Ed è proprio questa assunzione contrattuale delle leggi varate in questi anni che deve spostare la critica dalla denuncia astratta a tutto l'impianto contrattuale.

La critica al sistema clientelare più che denuncia astratta e morale va condotto sul piano sindacale, come discriminazione tra i lavoratori.

C'è stata un'ampia discussione su quale linea intraprendere in merito alle campagne delle altre organizzazioni sindacali nella raccolta di iscritti attraverso la doppia iscrizione: tessera più assicurazione per colpa grave.

Anche su questo le osservazioni portate dal coordinamento nazionale spingono per una tutela più di carattere sindacale da articolarsi attraverso la denuncia delle criticità e la certificazione delle stesse, a futura memoria degli incidenti che possano prodursi.

Rimangono divergenze sulla valutazione da dare alla Legge Gelli, di fatto, non applicata.

Sull'orario di lavoro a Perugia ad oggi non si registra l'adozione di turni di 12 ore o del prolungamento dell'orario di lavoro a seguito dell'applicazione degli “orari europei”.

I compagni sono stati invitati a considerare che il nuovo modello della turnistica porta inevitabilmente all'accumulo di debito orario e che in molte realtà sono già in vigore turni di 12 ore sia di giorno che di notte.

Peraltro senza che vi sia stata una formalizzazione dei nastri lavorativi.

Si è valutata corretta la scelta di dello spostamento della nostra sede, attualmente in coabitazione con un soggetto politico (5stelle) per meglio caratterizzare in senso sindacale la nostra presenza a Perugia.

Anche la nuova sede prevede la coabitazione con altri soggetti (Confederazione Cobas) e USB (pero quest'ultimo soggetto sta smobilitando da Perugia).

Questa sistemazione non dovrebbe creare nessun problema perché è nel nostro DNA promuovere l'unione del movimento sindacale.

Si registra positivamente l'affiliazione di nuovi compagni al nostro sindacato ed in previsione di uno sviluppo dell'attività (concrete sono le potenzialità presenti sul territorio) di procedere ad una divisione dei compiti affinché tutto non gravi sulle spalle dell'attuale coordinatore.

In chiusura si è sollecitata la partecipazione dei compagni al prossimo coordinamento nazionale in via di definizione.

sicobas.org

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Contratto Pubblico Impiego»

Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

2961