il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Thatcher

Thatcher

(9 Aprile 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE: SCIOPERIAMO IL 5 MAGGIO 2021, CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE E LA LIQUIDAZIONE DI FARMACAP!

(28 Aprile 2021)

farmacap

Lo scorso 22 aprile abbiamo manifestato sotto la sede di Farmacap, per chiedere riscontro del pagamento degli stipendi ad aprile, la visione del Piano Economico - Finanziario e la necessità di dimissioni del DG “interim” (da oltre 2 anni), con la nomina di un Direttore Generale che possa far fronte alla crisi, a cui segua la nomina di un C.d.A. (dopo 7 anni consecutivi di commissariamento).
Il DG attuale ha dichiarato di non avere intenzioni di dimettersi; che gli stipendi verranno pagati, ma “in ritardo” e ”solo per questo mese”, mentre non verrà pagato nient’altro, a cominciare dai fornitori (i quali potrebbero bloccare le forniture alle farmacie). Riguardo al Piano Economico - Finanziario 2021/2023, già inviato a Roma Capitale nel novembre 2020, ma non inviato, né alle/i Consigliere/i, né ai Sindacati, siamo riusciti ad entrarne in possesso nel corso dello stesso presidio. Il nuovo testo è stato inviato il 2 aprile a Roma Capitale e porta le firme del Commissario Susanna e del D.G., che incredibilmente, a domanda diretta, ha negato pubblicamente di esserne in possesso e conoscerne il contenuto. Da una rapida lettura del Piano è chiaro il motivo di tanta “segretezza”. Vi è scritto infatti quanto temevamo. Nella prima ipotesi, con la cessione del settore farmacie ad una nuova società di capitali e il mantenimento di una micro - azienda speciale (per quanto tempo?) per i servizi sociali; nella seconda ipotesi, con la liquidazione dell’azienda e la nascita di una nuova società (di tipo privato). Di fatto un progetto “ideologico” di smembramento, mettendo fine all’integrazione “farma-socio - sanitaria”, per consentire l’accesso ai capitali privati e spianando la strada alla privatizzazione, ignorando qualsiasi ipotesi di risanamento e rilancio dell’Azienda speciale e socio-sanitaria, come previsto invece dalla Mozione n.45 del 7 maggio 2019, approvata all’unanimità dall’Assemblea Capitolina e negli ordini del giorno, approvati lo scorso 10 marzo. Ci chiediamo: perché non si rispetta la volontà dell’Assemblea Capitolina? Chi ha dato mandato al Commissario di proporre queste ipotesi, che priverebbero la cittadinanza di un servizio pubblico fondamentale?
Ci appelliamo subito a tutte/i le/i Consigliere/i dell’Assemblea Capitolina, affinché questo piano venga respinto al mittente, non cedendo a nessun eventuale ricatto, qualora il piano venisse recepito da una qualche delibera, barattando finanziamenti, in cambio di un presunto salvataggio, vincolato però allo smembramento dell’Azienda, assolutamente incoerente alle richieste dell’Assemblea, nonché alle dichiarazioni d'intenti della Giunta Raggi, dall’insediamento ad oggi.
È necessario un intervento di sostegno urgente all’Azienda Speciale, rafforzandone l'integrazione “farma-socio-sanitaria”. Tra la cattiva gestione delle aziende pubbliche e la privatizzazione, esiste una terza opzione: la BUONA GESTIONE PUBBLICA!!
Contro il ricatto di un salvataggio finanziario, in cambio della distruzione dell’Azienda farma-socio- sanitaria, come unica alternativa alla “liquidazione”; nell’interesse della prosecuzione e del potenziamento dei servizi pubblici “essenziali” integrati ed erogati alla cittadinanza; per la messa in sicurezza ed il rilancio dell’Azienda Speciale, attraverso un intervento finanziario adeguato ed un contratto di servizio, con l’immediata nomina di vertici aziendali all’altezza della situazione e coerenti al Mandato dell’Assemblea Capitolina; per la salvaguardia di tutti i posti di lavoro.

IL 5 MAGGIO ADERIAMO TUTTE/I ALLO SCIOPERO PER L'INTERA GIORNATA, CON MANIFESTAZIONE IN PIAZZA DEL CAMPIDOGLIO, dalle ore 16:30, in concomitanza con la seduta straordinaria dell’Assemblea Capitolina “su Farmacap”.

Tutti gli uffici, gli sportelli e le farmacie potranno chiudere, ad eccezione delle farmacie di turno da calendario nella giornata del 5 maggio (c.d. “comandate” per garantire durante lo sciopero, il servizio minimo essenziale e territoriale).

DIFENDIAMO IL NOSTRO LAVORO, IL NOSTRO FUTURO, I SERVIZI ALLA CITTADINANZA!

RSA USI, FILCAMS - CGIL, FISASCAT - CISL, UILTuCS – UIL

763