il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Chi non occupa preoccupa)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Villa cedro: l’indignazione necessaria

(18 Febbraio 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

Villa Cedro

L’indignazione e’ veramente necessaria. Quando in un paese come l’Italia si chiamano i cittadini a enormi sacrifici e nello stesso tempo qualche politico (tra quelli che sostengono l’attuale governo presieduto da Mario Monti) si permette la sottrazione di milioni di euro per l’acquisto personale di una villa, i cittadini e i lavoratori hanno tutto il diritto di arrabbiarsi e di mobilitarsi. A Genzano questo e’ accaduto sabato scorso 11 febbraio.

“Occupy Villa Cedro” e’ infatti stata una legittima iniziativa democratica, assolutamente non violenta. Ora si apprende che uno dei cittadini manifestanti e’ stato denunciato dalle forze dell’ordine. Denunciato per cosa? Per aver protestato perche’ un bene pubblico e’ stato acquistato con soldi pubblici per uso personale, mentre a noi vengono tagliate pensioni, salari, posti letto in ospedale e diritti (vedi attacco all’articolo 18)?

Tutto questo e’ inaccettabile: i cittadini di Genzano e la coscienza democratica di questa citta’ non possono sopportare un simile oltraggio.

La nostra solidarieta’ va al cittadino denunciato, mentre all’Amministrazione comunale di Genzano va la nostra richiesta di recuperare Villa Cedro a un utilizzo confacente ai bisogni pubblici.

Un obiettivo non semplice da raggiungere per molte delle forze politiche presenti nel Consiglio comunale di Genzano, sia tra quelle attualmente in maggioranza, sia tra quelle di opposizione, considerato il lungo percorso politico comune che hanno condiviso con il senatore Luigi Lusi protagonista di questa torbida vicenda.

I cittadini devono comunque vigilare e mobilitarsi perche’ la democrazia e la decenza pubblica vengano rispettate.

Noi saremo tra loro.

Comunisti Uniti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Chi non occupa preoccupa»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Uniti»

1693