il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Storie

Storie

(17 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Ancora un libro di Giampaolo Pansa: "I vinti non dimenticano".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 64 di "Alternativa di Classe"
    (18 Aprile 2018)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Ora e sempre Resistenza)

    DIRITTI DEI LAVORATORI

    Civitavecchia, 20 maggio: inaugurazione del Monumento all'Ardito del popolo

    (19 Maggio 2017)

    monumento all'ardito del popolo

    ore 10.30
    Sala conferenze Ivano Poggi, Compagnia portuale
    via della Cooperazione, 1

    Convegno sugli ARDITI DEL POPOLO

    Intervengono:
    Silvio ANTONINI (Autore di Faremo a fassela, sugli Arditi del popolo di Viterbo)
    Enrico CIANCARINI (Presidente della Società storica civitavecchiese, Autore de Il Fascio spezzato, sugli Arditi del popolo di Civitavecchia)
    Eros FRANCESCANGELI (Storico del Movimento operaio, Autore di Arditi del popolo, Argo Secondari e la prima organizzazione antifascista)
    Marco ROSSI (Autore di Arditi non gendarmi! Dalle trincee alle barricate, Arditismo di guerra e Arditi del popolo, 1917-1922)

    ore 12.30
    l.go Arditi del popolo

    Inaugurazione del MONUMENTO


    «Alla vigilia della Marcia su Roma, mentre tutti i partiti istituzionali, per complicità o per ignavia, assistevano imbelli all'avanzata squadrista, un pugno di "sovversivi", molti dei quali forgiati dall'esperienza dei reparti d'assalto nella Prima guerra mondiale, decisero di ripagare le camice nere con la loro stessa moneta e di organizzarsi dal basso per reggere l'urto con gli uomini di Mussolini. Questo accadde in diverse località italiane (Roma, Viterbo, Sarzana, Parma) e, sul Litorale laziale, a Civitavecchia: città portuale dalle solide tradizioni operaie, dove prese corpo una tra le più numerose e agguerrite sezioni degli Arditi del popolo, vale a dire della prima formazione armata che si oppose militarmente alla violenza fascista»

    Dalla Quarta di copertina de Il Fascio spezzato, Gli Arditi del popolo nella “ribelle, irriducibile Civitavecchia”, di Enrico Ciancarini (Roma Red star press, 2016)

    3170