il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

"Incidenti"

(6 Novembre 2010) Enzo Apicella
Esplode la Eureco di Paderno Dugnano: sette operai feriti, quattro rischiano la vita. In Puglia tre morti sul lavoro nell'ultima settimana

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

Processo alla Tricom/Galvanica PM di Tezze sul Brenta

(26 Luglio 2008)

Processo Tricom

L’udienza di oggi, presso il Tribunale di Bassano del Grappa (Vi), doveva decidere in merito alla richiesta di archiviazione avanzata dal PM dell’inchiesta Tricom/Galvanica PM di Tezze sul Brenta. Inchiesta aperta per la morte di alcuni operai dell’azienda, presumibilmente dovuta alle esalazioni di cromo 6 e di altre sostanze nocive utilizzate nel processo di lavorazione.

L’udienza è stata caratterizzata, fin dall’inizio, dall’atteggiamento del perito nominato dal Giudice per le indagini preliminari, Dr. Clonfero, che riteneva di non dover dare alcun chiarimento sulla sua perizia ai consulenti delle persone offese: prof. Levis (una delle massime autorità in materia che ha stilato le monografie dello IARC sul cromo 6, (IARC è l’agenzia dell’OMS, organo supremo che stabilisce a livello mondiale ciò che è cancerogeno e ciò che non lo è); dr. Panizza (Spisal Di Brescia) e dr. Miedico (Medicina democratica di Milano).

La frase “Di questa inchiesta non me ne può fregar di meno”, pronunciata dal perito, suscitava anche il richiamo del giudice, che invitava il dr. Clonfero, ad avere maggior rispetto per i morti che ci sono stati tra i lavoratori dell’azienda.
In seguito egli si rifiutava di rispondere e faceva mettere a verbale che avrebbe rinunciato all’incarico. Rinuncia rientrata successivamente in seguito alle pressioni dei legali degli indagati.
Questo atteggiamento si è protratto per quasi l’intera udienza e alla fine il GIP ha dovuto rinviare al 21 novembre 2008 , avvicinando così ulteriormente i tempi di una possibile prescrizione.

Nel frattempo circa 50 persone davano vita ad un presidio pubblico indetto dal “Comitato per la difesa della salute”, nello spazio antistante il Tribunale, per solidarizzare con i famigliari degli operai deceduti e di quelli che si sono ammalati.

Il nostro Comitato è deciso a continuare la mobilitazione, ritenendo doveroso stabilire fino in fondo verità e giustizia.
E’ importante, e l’udienza di oggi ne è la conferma, che i famigliari di tutte le altre presunte vittime della Tricom/Galvanica PM, si rivolgano al nostro Comitato o al nostro legale, ma soprattutto che vengano alla prossima udienza del 21 novembre per sostenere la causa in corso.

Da parte nostra siamo fiduciosi circa l’esito favorevole di questa vicenda; avvertiamo crescente interesse e solidarietà nei confronti del Comitato e della causa che sostiene, da parte della popolazione di Tezze sul Brenta.

Bassano del Grappa 25.07.08

Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio
http://SaluteTezze.Splinder.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

Ultime notizie dell'autore «Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio. (Bassano del Grappa)»

14468