il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Gaza

Gaza

(5 Aprile 2013) Enzo Apicella
Dopo una tregua lunga quasi cinque mesi, la notte scorsa l'aviazione israeliana ha nuovamente bombardato la Striscia di Gaza

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

La posizione di Hamas sul diritto all’esistenza di Israele

(2 Gennaio 2009)

A giustificazione del massacro sionista a Gaza illustri pennivendoli parlano a sproposito della posizione di Hamas sul diritto all’esistenza di Israele.
Ci pare quindi doveroso riportare la dichiarazione che segue, per informare quanti vogliono essere informati e per contrastare le mistificazioni.
la redazione del pane e le rose

In relazione al problema del diritto all’esistenza di Israele, debbo innanzitutto fare una distinzione fra la presenza degli ebrei in Palestina, nel rispetto delle loro convinzioni religiose, con le quali noi condividiamo una parte importante della nostra stessa storia da un lato, e l’occupazione del nostro territorio dall’altro.

Noi accogliamo tutti gli ebrei che vogliono vivere in nostra compagnia, come tutta la storia dell’Islam sta a dimostrare. Gli ebrei in quanto tali non costituiscono per noi problema alcuno. Il problema è unicamente quello dell’occupazione di cui siamo vittime. Contro una simile occupazione la nostra resistenza è legittima ed in accordo con il diritto internazionale.

Noi abbiamo il diritto di difenderci e di cacciare gli occupanti dai nostri territori. Chi dunque afferma e che Hamas “vuole ricacciare gli ebrei in mare” compie un’affermazione semplicemente falsa e priva di fondamento.

Noi rispettiamo l’Ebraismo in quanto religione e gli ebrei in quanto esseri umani. Noi però ci opponiamo ad un’occupazione che ci caccia dalle nostre terre e che prende di mira il popolo palestinese con le armi più atroci. Permettetemi a questo punto un esempio. Un malfattore, dopo aver occupato la vostra casa ed avervi cacciato con la forza, decide ad un certo punto di voler “negoziare” e vi concede il diritto di abitare una capanna che era parte della vostra proprietà; “il resto è di mia proprietà” egli afferma. Chi potrebbe mai accettare una simile soluzione? Non esiste al mondo né una religione né una sola persona di buon senso che potrebbe accettarla.

Moshir al-Masri portavoce di Hamas a Gaza

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Palestina occupata»

3352