il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio, compagno

Addio, compagno

(30 Novembre 2010) Enzo Apicella
E' morto Mario Monicelli

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Ciao Stefano, Nostra Coscienza Critica Antimilitarista…..

(5 Giugno 2012)

stef ferrario



Questa mattina è morto Stefano Ferrario, due giorni dopo il suo 43° compleanno, in seguito ad un assurdo incidente.

Stefano era iscritto a Sinistra Critica dalla sua fondazione, per un motivo per lui molto semplice: condivideva la coerenza pacifista e antimilitarista della nostra organizzazione. E per non farci transigere in questa coerenza, si dava da fare continuamente per ricordarci cosa fossero le politiche di guerra di ogni giorno: ci ricordava i crimini in tempo di “pace” di Finmeccanica, la vergogna della produzione bellica – che nella nostra regione, e in particolare nella sua provincia di Varese, sono particolarmente invasive, la necessità di un’obiezione di coscienza, politica e morale, al conformismo che dimentica queste guerre quotidiane.

Leggeva, approfondiva e scriveva. Mandava mail sempre gentilmente critiche, scriveva articoli che venivano regolarmente pubblicati dalle riviste che ancora si occupano di conflitti – da Guerre&Pace a PeaceReporter.

Una delle sue ultime mail ci segnalava che E – la rivista di Emergency – aveva pubblicato il primo di una (si sperava) serie di suoi articoli.

Questo suo pacifismo era molto attivo. È stato quello che più di tutti ha voluto l’organizzazione della marcia per la pace e disarmo in provincia di Varese e tra i promotori della Legge regionale di iniziativa popolare per la riconversione dell’industria bellica.

E anche nel mondo pacifista manteneva la sua verve critica – polemizzando con quelle reti ormai istituzionalizzate che hanno fatto del pacifismo uno strumento di scambio politico in un centrosinistra che non ha mai contrastato le guerre italiane.

Due anni fa ha partecipato ad una lista elettorale comunale alternativa a Samarate. Un’esperienza che aveva lo stesso segno alternativo e critico, in un comune in cui la presenza del bellico è davvero eccessiva….

Credente, viveva in maniera profonda e conflittuale la sua fede. Amava e frequentava i sacerdoti più scomodi e quelli che provano ogni giorno a stare nelle pieghe e nelle contraddizioni della società e fuori dalla paludata retorica della Chiesa.

Sabato mattina ha mandato un sms ad una nostra compagna per salutare il “Collettivo Tabu”, organizzatore del presidio di contestazione della visita del papa a Milano. Non poteva essere presente, ma aderiva con convinzione, proprio a partire dalla sua fede.

Ci mancherà, Stefano. Ci mancheranno le sue mail, i suoi articoli, i suoi interventi sempre brevi ma puntuali.

Lo ricorderemo per questa sua presenza e cercheremo di essere degne/i della sua partecipazione al nostro progetto e mantenere quella sua capacità critica che non dovrebbe mai essere abbandonata.

Ciao Stefano.

4 giugno 2012

Le compagne/i di Sinistra Critica di Milano e Varese…

5165