">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Nakba

Nakba

(15 Maggio 2012) Enzo Apicella
15 maggio del 1948: ha inizio l'espulsione del popolo palestinese dalla propria terra. Oggi i profughi palestinesi sono 4 milioni e mezzo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

24/08 - CORTE PENALE INTERNAZIONALE INDAGA URIBE PER CRIMINI DI LESA UMANITA’

(26 Agosto 2013)

uribecort

L’ex presidente colombiano, il narcoparamilitare Alvaro Uribe Vélez, secondo quanto pubblicato dal portale di Radio Nazionale del Venezuela, è indagato dalla Procuratrice della Corte Penale Internazionale (CPI) Fatou Bensouda, per crimini di lesa umanità ed i massacri che lo Stato terrorista colombiano ha perpetrato durante il suo doppio mandato (2002-2010).
La recrudescenza con cui Uribe ha elevato la violenza che l’oligarchia ha sempre usato, e continua ad usare, per reprimere l’opposizione politica e sociale al regime, porta con sé una scia di crimini che evidentemente la “giustizia” colombiana, funzionale alla cronica impunità, non ha debitamente perseguito.
Uno dei rapporti in corso alla CPI fa riferimento al caso dei “falsi positivi”, eufemismo coniato dal regime per etichettare il massacro degli oltre 3000 civili inermi spacciati come “guerriglieri abbattuti in combattimento”. Viene in sostanza riconosciuto come “ci siano ragionevoli basi per credere che si è trattato di una politica di Stato”, in quanto “tali assassinii, commessi per aumentare gli indici di successo militare, possono considerarsi crimini di lesa umanità”. È un’accusa avallata da prove concrete che piomba come un macigno su “Jena” Santos, all’epoca ministro della Difesa del narco-paramilitare Uribe e suo delfino, ed è un colpo che smaschera lo Stato terrorista colombiano e tutti i suoi apparati repressivi “legali ed illegali”. Uno Stato che, con tali credenziali, ha la pretesa di dettare, al tavolo dei dialoghi di pace in corso all’Avana tra il governo e le FARC-EP, le regole per delineare la strada della conclusione del conflitto. Ma sono le imponenti e continue manifestazioni popolari ad indicare la strada per la pace con giustizia sociale, e criminali come Uribe devono pagare per tutto il sangue versato da migliaia di vittime.

Associazione Nazionale Nuova Colombia

7915