il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Verso la vittoria

Verso la vittoria

(6 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Domenica 7 ottobre elezioni presidenziali in Venezuela

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La rivoluzione bolivariana)

Repubblica Bolivariana del Venezuela, Ministero del Potere Popolare per le Relazioni Esterne: Comunicato

(5 Settembre 2015)

maduro due

La Repubblica Bolivariana del Venezuela rifiuta l'immorale e ipocrita comunicato del 29 agosto 2015, prodotto da burocrati dell'Unione Europea nel quale si esprimono, senza fondamento né prove, gravi accuse contro il nostro paese, relative alla decisione sovrana di adottare misure per combattere il paramilitarismo colombiano, il narcotraffico e gli attacchi sistematici all'economia venezuelana, aventi origine nella Repubblica di Colombia.

Le affermazioni di questi burocrati europei, che non hanno né l'autorità morale né quella giuridica per immischiarsi in questioni bilaterali che non gli competono, nascondono quantomeno due pesi e due misure, poiché provengono da chi ha causato colossali tragedie umanitarie nel Mar Mediterraneo come effetto dell'interventismo bellico e della violenza terrorista in paesi del Medio Oriente, Asia e Africa.

Invece di cercare di governare il mondo e dare istruzioni a paesi sovrani, li invitiamo a occuparsi della più grave crisi umanitaria generata nei luoghi dove muoiono migliaia di cittadini davanti allo sguardo complice di questi stessi burocrati che redigono comunicati insolenti e intromissivi.

Il Venezuela è vittima dell'aggressione di mafie narcotrafficanti, di bande paramilitari e di una guerra economica sistematica da tutto il territorio colombiano, che l'hanno costretta ad adottare decisioni legittime, sovrane e legali, che devono essere rispettate.

Il nostro paese ha sofferto per decadi l'esodo umanitario più grande che si conosca nella nostra storia; abbiamo ricevuto, con solidarietà e spirito protettivo, oltre 5.600.000 fratelli colombiani, in un paese di appena 27 milioni di abitanti.

La Repubblica Bolivariana del Venezuela chiederà al governo colombiano, nel quadro del Diritto Umanitario Internazionale, di assumersi le proprie responsabilità di fronte a questa ineludibile realtà.



Caracas, 31 agosto 2015

nuovacolombia.net

8012