il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Salvate la Sanità

Salvate la Sanità

(28 Novembre 2012) Enzo Apicella
Secondo Monti il sistema sanitario nazionale è a rischio se non si trovano nuove risorse

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Un accordo profondamente sbagliato nel metodo e nel merito

(21 Novembre 2013)

Si è svolto lunedì 18 novembre 2013, con esito negativo, il tentativo di conciliazione fra i rappresentanti del sindacato COBAS Sanità di Venezia ed i rappresentanti della Asl 12 Veneziana, presso la Prefettura di Venezia, sulle gravi problematiche derivate dai nuovi turni di lavoro per il personale ospedaliero del comparto - previsti dall’accordo sindacale aziendale del 27 marzo 2013 - e sulle carenze di sicurezza, anche a seguito dei continui cantieri all’interno dell’ospedale dell’Angelo.
Vogliamo evidenziare, che proprio da ieri, è stato avviato un nuovo cantiere presso i locali della Sala Parto dell’ospedale di Mestre, a seguito dell’assurda decisione aziendale di chiudere l’attività del PUNTO NASCITE di Villa Salus.

Per quanto concerne l’accordo aziendale sul NUOVO ORARIO di LAVORO, COBAS Sanità rileva che è un accordo profondamente sbagliato sia nel metodo che nel merito.

Nel metodo perché non ha realmente chiamato i lavoratori ad esprimersi ed a partecipare. Le firme dei sottoscrittori sindacali, inoltre, non sono individuabili nominativamente.
Nel merito, invece, perché si è deciso di avvallare un modello di orario di servizio totalmente subordinato alle esigenze dell’Azienda e passibile di cambiamenti improvvisi e repentini.
Si è accettato in tal modo di incrementare il disagio lavorativo, anziché tentare di risolverlo, arrivando così a penalizzare anche la vita non lavorativa degli operatori della sanità.

COBAS Sanità di Venezia propone:

- di sottoporre a REFERENDUM dei lavoratori ospedalieri dell’Asl 12 Veneziana l’accordo sindacale del 27 marzo 2013 sul “Nuovo ORARIO di LAVORO”;

- l’ELEZIONE, direttamente da parte di tutti i dipendenti dell’Asl 12 Veneziana, dei Rappresentanti Lavoratori per la Sicurezza, considerata la scarsa rappresentatività di quelli attualmente in carica, i loro mancati interventi ed i loro silenzi, e rilevata la notevole disattenzione dell’Azienda rispetto alla TUTELA della SALUTE del proprio personale.

Le modalità di designazione degli RLS, sino ad oggi applicate nell’Asl 12, non hanno di certo coinvolto la maggior parte dei lavoratori in tematiche così delicate, quali la salute e sicurezza e le misure di sicurezza e protezione, oltre a non rispettare quanto previsto dal decreto legislativo 626/’94 .

NO all’operatore sanitario modello marchionne!

COBAS Sanità Venezia

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Sanità pubblica: rottamare per privatizzare»

Ultime notizie dell'autore «Cobas Sanità Venezia»

7180