il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gugliotta

Si apre una finestra sui metodi della polizia italiana

(14 Maggio 2010) Enzo Apicella
I TG trasmettono l'intervista a Stefano Gugliotta, che porta i segni del pestaggio immotivato da parte della polizia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

CONTRO LA REPRESSIONE POLIZIESCA - PER IL DIRITTO DI MANIFESTARE

(22 Dicembre 2013)

Sabato 21 dicembre il PCL ha partecipato alla manifestazione cittadina indetta dall'assemblea contro l'austerità. Alcune centinaia di compagni hanno sfidato sia il terrorismo psicologico dei media cittadini sia il divieto della questura a tenere un corteo in centro. La Polizia, schierata a difesa del lusso cittadino, ha ripetutamente caricato i manifestanti sia alla partenza del corteo in piazza San Marco, sia durante il tragitto. Nonostante il clima intimidatorio e la violenza poliziesca i manifestanti sono riusciti a difendere il diritto a manifestare in centro, dimostrando sia alla Questura che sopratutto alle istituzioni cittadine, che manifestare è un diritto e che non siamo disposti a scendere a compromessi su diritti che il movimento si è conquistato con anni e anni di lotte.
Gli unici responsabili dei gravi fatti avvenuti ieri (prima vietare una manifestazione poi picchiare i manifestanti che non si arrendono a vedere calpestato un diritto garantito dalla loro stessa legge) sono la questura e le istituzioni cittadine, sindaco Renzi in primis. Noi esprimiamo la nostra piena, convinta e complice solidarietà ai compagni e alle compagne che ieri sono stati feriti durante le cariche.
Il sindaco Matteo Renzi, non ha saputo far altro al suo ritorno da Lampedusa, che solidarizzare con gli agenti rimasti feriti. Non una parola sul divieto a manifestare, non una parola sui numerosi manifestanti contusi e feriti.
Noi crediamo che la giornata di sabato sia invece importante, ha dimostrato come l'unità e la radicalità sia una scelta vincente. Questo non può essere altro che un debutto.

AVANTI NELLA LOTTA

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI FIRENZE

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Partito Comunista dei Lavoratori»

4628