il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Se ero tibetano...

Se ero tibetano...

(14 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Lavoratori di troppo)

Padova: solidarietà ai lavoratori del gruppo Parpas

In lotta per la difesa del posto di lavoro

(29 Maggio 2005)

Venerdì 6 maggio la direzione della IM Parpas di Borgoricco ha comunicato ai lavoratori l'intenzione di chiudere lo stabilimento, lasciando per strada tutti 46 i dipendenti (24 operai e 22 impiegati).

Alcuni giorni dopo è stata chiesta l'applicazione della cassa integrazione ordinaria per 40 dipendenti della Parpas di Cadoneghe e della cassa integrazione straordinaria per 65 dipendenti delle Officine Meccaniche Venete di Santa Maria di Sala (un'altra azienda del Gruppo Parpas).

Alla IM Parpas di Borgoricco tutto questo avviene in una situazione in cui la proprietà ha sempre rifiutato le normali relazioni sindacali, sottraendosi agli incontri con le RSU e negando informazioni sullo stato di salute dell'azienda e in un clima aziendale di pressioni psicologiche e di tentativi di licenziamento che ha determinato negli ultimi 3 anni circa 50 esuberi volontari.

Nonostante i regali che prima il governo Prodi e poi il governo Berlusconi hanno fatto ai padroni, dalla deregolamentazione selvaggia del mercato del lavoro (pacchetto Treu la legge 30), al taglio delle pensioni e dello stato sociale, le fabbriche continuano a chiudere e i lavoratori, dopo aver contribuito per anni e con stipendi da fame all’arricchimento dei padroni, vengono trattati come qualsiasi altra merce non più competitiva e quindi gettati per strada.

In un momento in cui si vorrebbe che gli interessi di classe fossero rinchiusi nelle gabbie della concertazione sia sul piano sindacale che su quello politico (con il rilancio del centrosinistra), è importante invece ribadire che l'unica forma di lotta che paga è il blocco prolungato della produzione sostenuto dall'unità di tutti i lavoratori, come ci hanno dimostrato gli operai della Fiat di Melfi.

E se i padroni non riescono a gestire le loro aziende e le chiudono, la risposta non può che essere quella di espropriarle e nazionalizzarle sotto controllo operaio.

Progetto Comunista - sinistra del Partito della Rifondazione Comunista - di Padova esprime la propria piena solidarietà e offre il proprio sostegno alla lotta dei lavoratori del Gruppo Parpas.
Ai lavoratori, alle organizzazioni sindacali e ai partiti e movimenti della sinistra chiediamo di schierarsi senza se e senza ma a fianco dei lavoratori della Parpas in lotta.

27 maggio 2005

Progetto Comunista di Padova
Sinistra del Partito della Rifondazione Comunista

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Lavoratori di troppo»

Ultime notizie dell'autore «Progetto Comunista - sinistra del PRC (Padova)»

11649