il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Salvate la Sanità

Salvate la Sanità

(28 Novembre 2012) Enzo Apicella
Secondo Monti il sistema sanitario nazionale è a rischio se non si trovano nuove risorse

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

OSPEDALE DI SPOLETO ANCORA IN OSTAGGIO DEL GOVERNO REGIONALE LEGA-FRATELLI D'ITALIA

(30 Gennaio 2021)

casa rossa

CHIUSO L’OSPEDALE S. MATTEO DI SPOLETO PER ALTRI TRE MESI, UN POPOLO DI 65.000 ABITANTI ANCORA PRIVATO DEL DIRITTO ALLA SALUTE: QUESTO HA DECISO IL GOVERNO REGIONALE LEGA FRATELLI D’ITALIA.

CHI SI AFFIDA ALLE PAROLE, ALLE PROMESSE, AGLI IMPEGNI SCRITTI DA POLITICI BUGIARDI E NON SI AFFIDA ALLA PIAZZA FARA’ MORIRE DI CHIACCHIERE IL NOSTRO OSPEDALE.

E MENTRE QUESTA LENTA ASFISSIA SOFFOCA LA CITTA’, STRETTA AL COLLO DALLE MANI DEL GOVERNO DELLA LEGA, UN IGNOBILE BALLETTO SI STA SVOLGENDO NEL CONSIGLIO COMUNALE.

IL CENTRO DESTRA SPOLETINO USA IL DRAMMA DI UNA POPOLAZIONE PRIVATA DEL SUO OSPEDALE PER LA POLTRONA DI SINDACO, PRESENTE E FUTURA.

Si stanno azzannando: da una parte espulsioni di associati, mozioni di sfiducia al Sindaco da loro stessi eletto. Dall’altra ci sono politici che usano il city forum per preparare future candidature a Sindaco.

Da una parte i pasdaran dell’attuale Sindaco, quelli per cui la Resistenza è divisiva e hanno partorito gli spioni di quartiere, dall’altra i sostenitori inflessibili della decisione della Regione a guida Lega Fratelli d’Italia di chiudere tutti i reparti dell’Ospedale di Spoleto.

IL CENTRO SINISTRA E IL PD, SU TUTTO QUESTO TACCIONO SINISTRAMENTE E NON DICONO COSA FARANNO, SE SFIDUCERANNO IL SINDACO O GLI LANCERANNO UNA CIAMBELLA DI SALVATAGGIO. UN ATTEGGIAMENTO CHE LI COINVOLGE DI FATTO NEGLI INTRIGHI DI PALAZZO.

INTANTO LA TESEI HA UFFICIALIZZATO CHE SAREMO PRIVATI PER TRE MESI ANCORA DELL’OSPEDALE E SE QUESTA E’ LA MUSICA, SE NON VOGLIAMO PREPARARCI A UN CANTO FUNEBRE SULLE CENERI DEL SAN MATTEO, BISOGNA SCENDERE IN PIAZZA.

Dagli esponenti del city forum ogni qualvolta che la lotta per l’ospedale si accende con occupazioni delle strade, visite ai Centri di Potere, arrivano inviti a desistere, a dire che non serve, a cercare di fermale una vera e quindi dura mobilitazione popolare. Insomma la linea è: “criticare” il manovratore senza disturbarlo, perché l’importante nelle “fortune” politiche è apparire, non essere.

OCCORRE UN MOBILITAZIONE IMMEDIATA, DURA, PER FAR CAPIRE A TESEI E COLETTO; ALLA LEGA E A FRATELLI D’ITALIA CHE NON GLI CONVIENE AFFATTO INSISTERE CONTRO LA NOSTRA CITTA’.

COMINCIAMO OGGI POMERIGGIO ALLE 15 SOTTO IL PALAZZO REGIONALE, INVITIAMO TUTTI A ESSERE PRESENTI ALLA MANIFESTAZIONE DI PROTESTA DEL COORDINAMENTO PER LA SANITA' PUBBLICA.

Associazione culturale CASA ROSSA

1640