il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Von Berluscowitz

Von Berluscowitz

(6 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Foggia: Via Crucis Sound System

(8 Aprile 2006)

Sul sentiero della due giorni elettorale la Chiesa cattolica ritrova slancio evangelico ed inventa di sana pianta un appuntamento liturgico di massa: la Via Crucis del venerdì delle Palme.
Di questo si saranno certamente accorti tutti i foggiani che hanno avuto la felice idea di prendere la macchina oggi dalle 18 alle 20. Almeno due processioni adoranti hanno infatti bloccato il centro cittadino, seguendo percorsi che eufemisticamente definiremo "sperimentali" (basti dire che una croce era posizionata nel bel mezzo di una pompa di benzina della Tamoil).

Una delle due processioni elettorali, organizzata dalla parafascista associazione Fede, Cultura e Società di Don Guglielmo Fichera, ha paralizzato le vie circostanti il mercato "Rosati", compresa via Mario Pagano dove tra le altre cose ha accidentalmente sede il nostro Laboratorio Politico, lo "Jacob".
Proprio difronte al nostro ingresso era stata posizionata una stazione del calvario: un gentile tentativo di redimerci? Annunciato da stuoli di bambini-volantinatori (evidentemente quando i preti non riescono a violentarli li utilizzano come forza-lavoro volontaria) l'arrivo del piccolo corteo di penitenti e religiosi è stato accolto dall'impianto dei compagni presenti, che ha subito omaggiato i sanfedisti di un pezzo degli Offlaga. Presto lo stupore si è impossessato dei fedeli ed ha spinto il servizio d'ordine ecclesiastico a chiedere, con vistoso nervosismo, di abbassare il volume della musica. Ma il diniego è stato assoluto e totale. Così l'intera sosta della processione, durata 7-10 minuti, è stata allietata dai brani selezionati con perizia dal nostro sperimentato dj. Il corteo pre-pasquale, irritato e imbarazzato, si è allontanato sulle note dei Casino Royale [questo per la cronaca].

Il volantino distribuito in strada dagli appartenenti all'associazione e firmato anche da un fantomatico Movimento Donna era una ricapitolazione dei "principi non negoziabili" espressi dal Tedesco qualche tempo fa: no all'aborto, all'eutanasia, ai matrimoni gay, alle unioni di fatto, alle leggi sbagliate "alla Zapatero". In conclusione si poteva leggere: "Noi non possiamo sostenere e votare programmi politici che sono in aperto contrasto con i nostri valori sulla persona, la vita e la famiglia. Ricordiamoci sempre di questa responsabilità".

In serata una gran folla ha partecipato alla messa nella chiesa di San Francesco Saverio.

Due brevi questioni su tanto ritrovato zelo ecumenico: non sarebbe più opportuno per costoro mollare le sottane dei preti e i paraventi dell'ortodossia e scegliere di lanciarsi nell'agone politico come tutte le altre formazioni, sottomettendo la propria propaganda alle limitazioni dell'agire elettorale che valgono per gli altri? Ed ancora: è più blasfemo infastidire e ostacolare una processione o inventarsi di sana pianta una via Crucis per bieca convenienza politica?

Valutate voi.
I radicali gentilmente si astengano da qualsiasi forma di solidarietà.

Foggia (7/04/06)

Infedeli per puro caso Plateali - I compagni e le compagne del Laboratorio Politico Jacob

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Elezioni aprile 2006»

Ultime notizie dell'autore «Laboratorio Politico Jacob - Foggia»

6682