il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra (cronaca centro)

Euskadi

(8 notizie dal 11 Marzo 2004 al 30 Novembre 2013 - pagina 1 di 1)

YOLANDA BARCINA E CONSOLATO di SPAGNA INTARTATI A ROMA

No al Treno ad Alta Velocità

30.11.2013 Questa mattina a Roma di fronte al consolato di spagna, è stata intortata Yolanda Barcina e il governo spagnolo.Ennesima iniziativa di solidarietà con i NO TAV baschi condannati fino a due anni di carcere per aver tirato una torta in faccia alla presidentessa della regione Navarra, sostenitrice del treno ad alta velocità. In queste settimane sono state numerose le...

(30 Novembre 2013)

Uncasobascoaroma

Lander libero!

Il 16 aprile manifestazione a Roma

Il comitato di solidarietà con Lander Fernandez invita tutti a mobilitarsi il prossimo 16 aprile, giorno in cui la Corte di Cassazione esaminerà la richiesta di estradizione presentata dalla Spagna. 16 aprile: Lander libero! No all’estradizione! L’8 gennaio scorso la Corte d’appello di Roma si è espressa a favore all’estradizione di Lander Fernandez in...

(9 Aprile 2013)

Comitato di Solidarietà con Lander Fernandez

Roma: Mercoledì 8 Settembre presidio per la Libertà dei tre giovani baschi detenuti nelle carceri italiane. NO ALL'ESTRADIZIONE

Fermín Martínez, Zuriñe Gogenola e Artzai Santesteban Mercoledì 8 settembre – dalle 10 - presidio a Piazzale Clodio a Roma per chiedere la liberazione immediata di Zurine, Artzai e Fermin; per dire no alla loro consegna alle autorità spagnole; per rivendicare il ripristino delle libertà democratiche fondamentali nel Paese Basco Tre attivisti del movimento...

(6 Settembre 2010)

www.comunistiuniti.it

I sindacati di base davanti all'Ambasciata spagnola a Roma: "liberate i sindacalisti baschi arrestati!"

A conclusione del corteo nazionale indetto in occasione dell’odierno sciopero generale, una settantina di persone hanno manifestato oggi pomeriggio davanti alla sede dell’ambasciata di Spagna in Piazza di Spagna a Roma, rispondendo all’appello dei sindacati aderenti al Patto di Base che in questo modo hanno voluto esprimere la loro solidarietà ai compagni del sindacato basco...

(24 Ottobre 2009)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Libertà per il popolo basco! Libertà per tutti gli arrestati!

Giù le mani dal movimento sindacale di classe e dalla sinistra basca!

Venerdì 23 ottobre ore 15.00 manifestazione in Piazza di Spagna Il 14 ottobre la polizia spagnola ha assaltato la sede nazionale del sindacato basco LAB – che alle ultime elezioni sindacali ha raccolto il 17% dei voti – ed ha arrestato 10 militanti e dirigenti sindacali e politici baschi: tra questi l’ex segretario generale di LAB, Rafa Diez Usabiaga, e Arnaldo Otegi, da...

(23 Ottobre 2009)

Radio Città Aperta

Roma. Manifestazione sotto l’ambasciata di Spagna per la libertà dei patrioti baschi arrestati.

Si è tenuta come previsto la manifestazione sotto l’ambasciata spagnola a Roma convocata da un ampio arco di forze politiche e sociali della sinistra e dei movimenti. Un grande striscione bilingue in italiano ed euskera con scritto “Libertà- Askatasuna” circondato dalle bandiere basche (l’Ikurrina) e della campagna per la libertà dei prigionieri politici,...

(13 Ottobre 2007)

CONTROPIANO

Da Melfi ai Paesi Baschi: mesi di scioperi contro i padroni

A Melfi gli operai della Fiat stanno continuando gli scioperi iniziati da diverse settimane. Una vittoria l'hanno già ottenuta: quella di far sedere al tavolo delle trattative la Fiat e per di più non a Roma, ma a Melfi. Questi operai sono decisi a conquistarsi ciò che hanno chiesto. Ma anche in altri paesi, ci sono centinaia di operai che da mesi, si proprio da mesi, stanno...

(10 Maggio 2004)

Operai Contro-aslo roma

Madrid 11 marzo 2004. Un altro incendio del Reichstag?

editoriale di Radio Città Aperta

Stamattina Madrid è stata sconvolta da quattro esplosioni che hanno dilaniato tre treni occupati per lo più da pendolari che si stavano recando a scuola, all’università, ai propri posti di lavoro. Mentre scriviamo le autorità spagnole parlano di più di 140 morti e di parecchie centinaia di feriti: tutti innocenti colpiti da una violenza cieca, barbara, ingiustificabile. Detto...

(11 Marzo 2004)

Radio Città Aperta

247289