il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Autori    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

DIRITTI DEI LAVORATORI

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano

(230 notizie - pagina 5 di 12)

Elezioni 2012. Vince il Movimento 5 Stelle, perdono tutti gli altri partiti.

PdL, Lega e IDV dimezzati

L’analisi del flusso elettorale evidenzia una sonora sconfitta per tutti i partiti. Rispetto al 2010, tutti hanno perso in favore delle liste civiche e per alcuni c’è stato un vero tracollo. Il Pdl ha perso 175mila voti (-44,8) la Lega ha perso 145 mila voti (-67%), l’Idv 55mila (-58%), il Pd 91mila (-33%), Sel e Federazione della Sinistra ne hanno persi 12mila (-16%). I...

(26 Maggio 2012)

Michele Michelino


in: «Elezioni amministrative 2012»

Attentato di Brindisi: a chi giova?

Dopo aver espresso sinceramente la nostra solidarietà alle vittime e alle famiglie colpite, ci poniamo una semplice domanda: a chi giova questo vigliacco atto terroristico contro giovani ragazze indifese, davanti ad una scuola? In queste ore le ipotesi e le speculazioni si sprecano. Mafia, terrorismo nero, servizi segreti, gesto di un pazzo; al momento tutte le ipotesi appaiano plausibili,...

(20 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Lo stato delle stragi»

Palestina, quegli ignorati prigionieri palestinesi in sciopero della fame

di Alain Gresh, Le Monde Diplomatique; da http://blog.mondediplo.net/2012-05-08 Immaginiamo per un momento duemila prigionieri politici in Cina in sciopero della fame da varie settimane o altri duemila prigionieri in un movimento simile in Russia. Non vi è dubbio che le televisioni e le radio, così rapide nel mobilitarsi per gli attacchi ai diritti umani in paesi lontani, aprirebbero...

(15 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Palestina occupata»

Mille contro uno

Lo sciopero della fame di Yulia Timoshenko e quello di 1.500 prigionieri palestinesi

di Rafael Poch, La Vanguardia (*); 8.5.2012 Dopo essere stati massicciamente bombardati dai loro mezzi di comunicazione sulla sorte di Yulia Timoshenko, un terzo dei tedeschi vuole che la sua squadra di calcio boicotti il torneo della UEFA che si giocherà in giugno a Kiev. Il 74% vuole che la Merkel non ci vada. Il Presidente tedesco ha già cancellato una visita in Ucraina e continuano...

(12 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Palestina occupata»

Elezioni e mercati finanziari

Comincia la vendetta degli oligarchi contro gli elettori

di Carlos Enrique Bajo, Público(*); da:rebelion.org; 9.5.2012 La rabbia con cui i mercati finanziari hanno accolto i risultati elettorali in Francia e Grecia si è manifestata appena aperte le borse, il mattino seguente al verdetto delle urne contro la mortifera austerità ad oltranza imposta da Merkozy (Merkel+Sarkozy) per salvare le banche a costo dei contribuenti. L’immediata...

(10 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo»

Elezioni francesi

“Gattopardismo “ in vista nell’Unione Europea

di Alberto Rabilotta (*); da: alainet. Com; 5.5.2012 Se vogliamo che tutto resti com’è, è necessario che tutto cambi. Questa frase dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa nel suo libro Il Gattopardo definisce molto bene quello che probabilmente succederà nell’Unione Europea (UE) se il candidato del Partito Socialista, François Hollande, vincerà...

(8 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «il polo imperialista europeo alla prova del voto»

Addio comandante tomas borge

Nella notte del 30 aprile è morto a Managua Tomàs Borge Martinez, poeta e guerrigliero, l’ultimo dei fondatori del Fronte Sandinista di Liberazione Nazionale ancora in vita. Il governo nicaraguense ha sospeso i festeggiamenti per il 1° maggio e decretato tre giorni di lutto nazionale. Mentre migliaia e migliaia di nicaraguensi gli rendono omaggio, Tomàs Borge sarà...

(3 Maggio 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Americas Reaparecidas»

Ben bella

Cuba rivoluzionaria nell’Algeria di Ben Bella di Paco Azanza Telletxiki; da: rebelion.org; 18.4.2012 Lo scorso 11 aprile è morto ad Algeri Ahmed Ben Bella. Aveva 96 anni e per meno di tre – lo rovesciarono il 19 giugno 1965 con un colpo di Stato – era stato primo Ministro dell’Algeria, il primo dopo l’ottenimento dell’indipendenza. Nel corso del suo breve...

(24 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Dalla parte di Cuba»

Desaparecidos

L’ex dittatore argentino Videla ammette “circa 7 o 8.000 sparizioni” e punta il dito sul padronato come complice

“Sono stati avari, avrebbero dovuto ammazzarne mille, diecimila di più”: la frase, secondo Jorge Rafael Videla, appartiene a industriali argentini. A 86 anni, il condannato dittatore ha deciso di smettere di nascondere la battuta contro i suoi mandanti, anche se evita di far nomi. “Se ne lavarono le mani. Ci dissero: ‘Fate quello che dovete fare’ e poi ci lasciarono...

(20 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «America latina: un genocidio impunito»

La Rivoluzione Nazionale Boliviana, 60 anni dopo

di Atilio Boron; da: rebelion.org; 10.4.2012 La stampa, compresa quella che ha tendenze di sinistra, sembra non essersi accorta che in un giorno come quello di oggi, sessant’anni fa, il 9 aprile 1952, avveniva il trionfo della Rivoluzione Nazionale Boliviana, la più radicale dopo la Rivoluzione messicana (1910-1917) e, in più di un senso, precorritrice della Rivoluzione Cubana. Fu...

(15 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Americas Reaparecidas»

L’iracheno che aiutò a uccidere 100.000 iracheni

Menzogne di guerra

L’iracheno che aiutò a uccidere 100.000 iracheni di Juan Gelman (*); da: pagina12.com.ar; 5.4.2012 Il suo nome è Rafid Ahmed Alwan al-Janabi e lunedì scorso ha ripetuto nel programma Modern Spies della BBC2 quello che aveva già confessato al quotidiano britannico The Guardian: è stato lui a fabbricare la falsa storia che Saddam Hussein possedesse armi di...

(11 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Iraq occupato»

Grecia: il nostro nome è Resistenza

Mercoledì scorso, 4 aprile, un uomo di 77 anni, malato di cancro – Dimitris Christoulos – si è suicidato sparandosi alla testa a pochi metri dalla sede del Parlamento greco. Dimitris è l’ultima delle 1.725 persone che si sono uccise negli ultimi due anni in Grecia. Più tardi gli è stata trovata in tasca una lettera che spiegava le ragioni del suo...

(8 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «La Grecia brucia!»

L’inverno arabo

Note sulla fine dell’anti-colonialismo storico

Tutta la sinistra, in generale, sta dimostrando poca maturità di fronte agli avvenimenti di Libia e Siria. Quelli che appoggiano i ribelli non hanno dubbi nel semplificare il problema accusando i loro critici di essere dei fans di Gheddafi e Bashar Assad. Anche una parte di coloro che si oppongono a quei ribelli accusa, da parte sua, i suoi critici di “essere al servizio della CIA”...

(7 Aprile 2012)

Manuel Navarrete


in: «Siria, tra guerra civile e ingerenze imperialiste»

Per chi vuole conoscere cuba

LA SFIDA CUBANA È uscito, edito da “nuova unità” la “Sfida cubana”, un piccolo volume in cui sono raccolti i lineamenti della politica economica e sociale del Partito e della Rivoluzione; il rapporto al VI Congresso del PCC e altri materiali. Una documentazione alla quale hanno contribuito oltre 8 milioni di cubani, di non facile lettura perché praticamente...

(6 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Dalla parte di Cuba»

Tempi neoliberisti

di Alvaro Cuadra (*); da: alainet.org; 4.4.2012 Osservando il panorama internazionale vediamo un mondo immerso in una cultura globale neoliberista imposta dallo Shock (1), le cui caratteristiche centrali sembrano essere il consumismo edonista, l’esacerbazione narcisista (individualismo), la seduzione e la frivolezza quale clima generalizzato, moltiplicato all’infinito dai media. Un mondo...

(5 Aprile 2012)

Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli - Milano


in: «Il capitalismo è crisi»

La visita del “pastore tedesco” a Cuba

Il “Santo” liberatore, il Comandante e il Barnum dei pennivendoli

Diceva un famoso “Leone”, che non era un papa e neppure un rivoluzionario ma il compassato Tolstoj di Guerra e Pace che “l'arma più potente dell'ignoranza è la diffusione di materiale stampato”. Certo uno sciupìo l'utilizzo di una citazione di tal fatta a compendio delle scempiaggini e della cialtroneria di cui hanno dato prova i media italiani all'indomani...

(2 Aprile 2012)

Spartaco Codevilla Circolo Celia Sanchez - Nord MilanoAssociazione Nazionale di AmiciziaItalia Cuba.


in: «Dalla parte di Cuba»

Afganistan. Nessuno ha chiesto i loro nomi

Il massacro di Kandahar

Nei giorni successivi al raid assassino del soldato (o dei soldati) statunitensi a Kandahar, la maggioranza dei mezzi di comunicazione si è soffermata sulle “violente reazioni” e su come il fatto potrebbe rendere ancora più difficili le relazioni tra Afganistan e USA. Molte delle catene di stampa dominanti hanno dedicato un’enorme quantità di energia per scoprire...

(25 Marzo 2012)

Qais Azimy


in: «Afghanistan occupato»

Disinformazione e guerre coloniali

Il silenzio criminale dei media e le guerre coloniali

Dire basta alla disinformazione e alla guerra oggi è decidere quale domani, quale futuro vogliamo. Lasciare ai nostri figli nuove colonie o paesi liberi? I popoli del mondo che stanno morendo oggi hanno bisogno di noi oggi. Per questo è tempo di dire basta al terrorismo mediatico che significa disinformazione quotidiana, trasformazione delle vittime, come il popolo siriano e il suo...

(24 Marzo 2012)

Stella Calloni


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Afganistan: le truppe d'occupazione nato continuano impunite le stragi di civili

My Lai: in ricordo di un altro grande massacro di innocenti

1. Uno in più e sono già migliaia Meno di una settimana fa - la scorsa domenica 11, alle tre di notte ora locale - nove bambini, quattro donne e tre uomini sono stati assassinati a sangue fredddo mentre dormivano nelle loro povere case dei villaggi di Balandi e di Alkozaid, a due chilometri di distanza fra loro, nella regione del Panjwai, nel sud dell’Afganistan. Non erano passate...

(18 Marzo 2012)

Carlos Rivero Collado


in: «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Per non dimenticare

Il 18 marzo 1978 Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci “Iaio” vengono uccisi in un agguato fascista a Milano. Dopo trentaquattro anni i loro assassini continuano a rimanere impuniti. Vogliamo ricordarli con una testimonianza pubblicata nel libro FAUSTO E IAIO TRENT’ANNI DOPO. In ricordo di Fausto e Iaio Il 18 marzo 1978, due giorni dopo il sequestro del presidente della Democrazia...

(17 Marzo 2012)

Michele Michelino ex operaio della Breda Fucine di Sesto San Giovanni


in: «La nostra storia»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

33300