il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Ex sinistra riformista    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

  • 25 Giugno 2021 - Ragusa
    "La fascia trasformata del Ragusano diritti dei lavoratori, migranti, agromafie e salute pubblica"
  • 26 Giugno 2021 - Roma
    Lenin: la formazione di un rivoluzionario (1870-1904) - Presentazione del libro

SITI WEB

Archivio notizie:: Altre notizie

Vendola. Sui lavoratori non si faccia sociologia da salotto

(21 Febbraio 2009)

Nichi Vendola, in visita ieri a Genova, ci ha spiegato che “gli operai oggi pensano più alla cocaina che alla FIOM”. In una città industriale colpita dai licenziamenti e dalla cassa integrazione come non succedeva da decenni questo è il messaggio che il leader di una sinistra “moderna e non ideologica” è venuto a portare ai lavoratori genovesi. Si badi: noi non abbiamo una concezione mitica della classe operaia e proprio per questo ne conosciamo le contraddizioni. Sappiamo che il fenomeno degli stupefacenti tocca lavoratori, studenti, poliziotti (vedi le cronache di questi giorni), uomini politici (vedi Le Iene) e perfino i salotti intellettual-progressisti che tanto piacciono a Nichi. E sappiamo anche che non è una novità: nell’800 c’era l’alcol e negli anni ’70 l’eroina. Ma proprio per questo che si vengano a fare delle generalizzazioni sociologiche da salotto televisivo sulle spalle di una generazione che tutti i giorni rischia la vita per portare a casa un salario da fame non ci sta bene. Tanto più quando queste affermazioni vengono date in pasto alla stampa per cercare di dare una dignità culturale a operazioni che non c’entrano nulla. Se Nichi Vendola vuole sposare la modernità suggellando patti di sangue col PD è libero di farlo, ma lasci stare gli operai.

Genova, 21 febbraio 2009

Marco Veruggio
Responsabile Economia Lavoro PRC Genova

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie dell'autore «Marco Veruggio»

8179