il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gugliotta

Si apre una finestra sui metodi della polizia italiana

(14 Maggio 2010) Enzo Apicella
I TG trasmettono l'intervista a Stefano Gugliotta, che porta i segni del pestaggio immotivato da parte della polizia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Retata a Padova contro i centri sociali

(7 Gennaio 2013)

Il governo non c'è più ma la repressione non si ferma. Stavolta nel mirino del blitz della polizia un gruppo di attivisti del centro sociale Pedro di Padova, che il 14 novembre scorso tentarono di occupare i binari durante la manifestazione dello sciopero generale.

pedro14n

All’alba di oggi è scattata una operazione di polizia, a Padova, nei confronti di alcuni attivisti del centro sociale 'Pedro' che hanno partecipato allo sciopero e alle manifestazioni dello scorso 14 novembre, che si erano concluse nel capoluogo veneto con scontri nel piazzale della stazione tra la polizia e un gruppo di manifestanti dei centri sociali.

I provvedimenti giudiziari riguardano 4 persone: per due di queste sono stati disposti gli arresti domiciliari, per gli altri due invece ci sarà l'obbligo di firma. Dovranno rispondere di lesioni in concorso (per gli agenti feriti negli scontri), di uso di armi improprie (gli scudi e i caschi utilizzati) e di resistenza a pubblico ufficiale.

I quattro, afferma il procuratore aggiunto Matteo Stuccilli, si sarebbero resi responsabili di resistenza aggravata nei confronti degli agenti che presidiavano l'entrata principale della stazione. In occasione di una manifestazione promossa dalla Cgil nella giornata di mobilitazione europea, un gruppo di manifestanti vicini al centro sociale 'Pedro', una sessantina di giovani, si era staccato dal corteo principale per andare a occupare i binari dei treni. Tentativo bloccato però a causa dell'intervento degli agenti del reparto mobile. Fonti della questura padovana affermano che durante la perquisizione nell'abitazione di uno dei destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare sarebbe stato trovato un barattolo di nitrato di potassio, sostanza chimica comunemente utilizzata per la fabbricazione di ordigni esplosivi
Sotto accusa altre dieci persone, alcune delle quali sottoposte a perquisizione. Secondo la Questura di Padova verranno denunciate per interruzione di pubblico servizio per aver interrotto tram e autobus su corso del Popolo.

Redazione Contropiano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Contropiano / Rete dei comunisti»

4361